Archivio: settembre 2009

Bruno, il D'Urso boy

Pubblicato il


Bruno Cabrerizo ha 30 anni. E' originario di Rio de Janeiro (Brasile) ma vive a Milano già da qualche anno, dove ha intrapreso la carriera di modello.
Bruno è anche il vincitore del concorso organizzata da Mediaset per trovare un valletto che possa accompagnare Barbara D'Urso nella conduzione di "Pomeriggio 5".
Nella prime puntate del programma, Bruno era stato presentato insieme ad Emanuele, un altro candidato al posto di valletto. La scelta finale fra i due è stata affidata al classico televoto che ha decretato la vittoria del brasiliano.
Bruno, che ha partecipato anche ad alcuni spot televisivi, ci tiene a precisare (magari anche per attirare un po' il favore dei simpatizzanti dei ragazzi nostrani) che il suo bisnonno era napoletano, poi emigrato in Brasile.

Immagini: [1] [2] [3] [4]


Baci contro l'omofobia

Pubblicato il


L'omofobia è già di per sé qualcosa di negativo, ma quando l'omofobia è accompagnata da violenza è a dir poco aberrante.
Al grido di "proteggi ogni bacio", uno spot realizzato dall'associazione tedesca Maneo punta il dito contro la violenza omofoba in occasione della giornata internazionale contro l'omofobia.
Lo spot mostra una sequenza di baci appassionati nati da amore, passione, gioia. Ma quando viene mostrato il bacio fra due uomini, la sequenza di immagini e il clima rilassante del filmato vengono interrotti dalla comparsa di immagini di odio e violenza ai danni degli autori dei baci. Una violenza che non può che turbare il cima creato dalla prima parte dello spot e che mette in evidenza in modo brutale ma incisivo l'assurdità di tali gesti.

Video: [1]


Benedette le fedi del finto matrimonio gay: scoppia il putiferio

Pubblicato il


All'interno del programma televisivo pomeridiano "Pomeriggio 5" condotto da Barbara d'Urso, è stato trasmesso un servizio in cui si mostravano i festeggiamenti di un matrimonio gay celebrato a Taormina.
Il video era più una provocazione che altro: essendo in Italia non si trattava di un matrimonio civile n* tantomeno religioso, ma solo una festa in cui i Giuseppe e Diego -questi sono i loro nomi- si dichiaravano ufficialmente il loro amore davanti ad amici e parenti.
Fin qui nulla di strano, a parte magari, la tematica del video che non è solitamente trattata in programmi così generalisti e in fasce d'orario pomeridiano. Ad accendere gli animi, però, ci ha pensato una dichiarazione fatta in studio da Giuseppe che ha dichiarato che un prete aveva benedetto consapevolmente le fedi che legavano la coppia.
Tra gli ospiti erano presenti anche Alessandro Cecchi Paone e Daniela Santanchè e, com'era facile immaginare (e mi viene da pensare che la cosa fosse stata già ampiamente immaginata anche dagli autori che hanno invitato i due in studio), è scoppiato il putiferio.
da un lato Cecchi Paone difendeva la causa del gesto mentre la Santanchè ha iniziato a chiedere a gran voce che il prete in questione venisse scomunicato. Il dibattito è proseguito nella classica tradizione dei salotti televisivi italiani, ossia senza capo né coda tirando in ballo anche argomenti come le adozioni di bambini da parte delle coppie gay e le presunte minacce alla famiglia italiana.


Scott Herman

Pubblicato il


Scott Herman nasce il 18 ottobre 1984 a Lawrence, nel Massachusetts (USA). Inizia a frequentare la palestra alla giovane età di 14 anni. A 18 anni mette a frutto l'esperienza acquisita ed inizia a lavorare come personal trainer.
Col tempo arriva a dirigere il reparto di fitness e il reparto vendita do "Answer Is Fitness" a North Attleboro. A tutto ciò affianca anche la conduzione di una compagnia di DJ chiamata "Galaxy DJ's" che ottiene grande popolarità.
La sua carriera da modello ha inizio nel novembre del 2007 quando partecipa ad un servizio fotografico per Men's Health. Nel dicembre dello stesso anno fa richiesta di entrare nel nel reality show di MTV "The Real World", venendo selezionato fra un numero molto elevato di aspirati (stimato fra i 50.000 e i 70.000).
Scott è anche un appassionato di sport e si dedica al wrestling, al calcio, alla corsa, al boxing e al kickboxing.

Immagini: [1] [2] [3] [4]


Amici 9: tutti gli allievi

Pubblicato il


Sono stato resi noti i nomi di tutti i 22 allievi che frequenteranno la scuola di Amici, il popolare programma di Canale 5, nella stagione 2009-2010.
Ecco i nomi:

Michele Barile è un ballerino fortemente voluto da Garrison Rochelleche lo definisce bravo, bello e serio.
Pier Davide Carone ha 21 anni, cantautore ed ex casellante della società Autostrade. Il suo talento ha convinto l'intera commissione.
Giorgio Miceli ha 19 anni ed è un ballerino di hip hop. La sua candidatura è stata sostenuta da Maura Paparo.
Loredana Errore è una cantante ed interprete. Sulla sua candidatura si è espressa in maniera positiva l'intera commissione.
Elena D'Amario è una ballerina, vincitrice de "Il Ballo delle debuttanti", evento che per la commissione ha avuto scarsa rilevanza.
Denis Mascia è un cantante sostenuto in particolare da Loretta Martinez.
Borana Qirjazi è una ballerina classica di origine albanese residente a Lecco. La sua esibizione ha convinto in particolar modo Alessandra Celentano.
Valeria Valente ha 18 anni ed è una cantante giudicata sufficiente da tutta la commissione.
Riccardo Occhilupo è un ballerino reduce da un infortunio accaduto lo scorso anno. E' uno dei pochi ragazzi apprezzati da Alessandra Celentano.
Matteo Macchioni è un cantante lirico che è giò stato ufficialmente alunno della scuola in occasione di Amici Casting.
Emma Marrone è una cantante che ha partecipato a Superstar tour. Anche in questo caso la commissione ha ritenuto ininfluente la partecipazione ad un programma televisivo ritenuto di scarsa rilevanza rispetto alla popolarità acquisita.
Stefano De Martino è un ballerino che compirà 20 anni sabato prossimo. Il suo ingresso è stato sostenuto in particolar modo da Garrison.
Rosolino Schillaci è un cantautore giudicato appena sufficiente da tutta la commissione.
Enrico Nigiotti è un cantautore e musicista entrato grazie al fatto che le sue precedenze pubbliche sono limitate al web e del tutto irrilevanti.
Maddalena Malizia ha 18 anni ed è una ballerina moderna. La sua candidatura è stata appoggiata da Steve Lachance.
Davide Flauto ha 21 anni ed è una cantante. Il suo ingresso è stato appoggiato in particolar modo da Charlie Rapino.
Nicolò Marchionni ha 19 anni ed è un ballerino moderno. Appoggiato da Steve Lachance, è stato approvato da tutti tranne che da Alessandra Celentano.
Yanuaria Carito è stata giudicata appena sufficiente dall'intera commissione, ma Grazia Di Michele le ha voluto dare una possibilità.
Grazia Striano ha 22 anni ed è una ballerina classica valutata sufficientemente da tutti gli insegnanti. La sua candidatura è stata sostenuta da Alessandra Celentano.
Stella Anconaha 19 anni ed è una ballerina moderna giudicata al limite della sufficienza da tutta la commissione tranne Garrison Rochelle.
Arianna Mereu ha 18 anni ed è una cantante. E' nata a Nuoro dove vive tutt'ora.
William Di Lello ha 22 anni è un cantante nato a Winnipeg in Canada. Attualmente risiede a Villa Santa Maria in Svizzera.

Via: TV Blog


Denis Mascia di Amici

Pubblicato il


Denis Mascia è uno degli allievi ammessi alla scuola di Amici per la stagione televisiva 2009-2010.
Denis nasce ad Imperia nel 1988. Una volta conseguita la maturità scientifica, inizia a frequentare il primo anno di Conservazione dei Beni Culturali presso l'università di Genova.
La sua passione per la musica nasce in tenera età. A sei anni partecipa alla finale nazionale dello Zecchino d'oro, mentre ad 8 anni inizia a studiare il violino e, qualche anno più tardi, il pianoforte. Dai 12 anni inizia a partecipare a numerosi concorsi e manifestazioni locali e nazionali.
Nel 2004 e 2005 è protagonista nel musical "West Side Story" di Berstein messo in scena in alcuni teatri del Piemonte e della Liguria. Recentemente ha partecipato ad alcune trasmissioni televisive come "La Domenica del Villaggio" di Rete 4, "50 Canzonissime" di Rai Uno e "Lucignolo Bellavita" di Italia 1.
Nel 2006 e 2007 si esibisce alle manifestazioni "SanremoOff-Omaggio alla Liguria" e allo "Sportivo dell'anno" a Savona.
Denis ha realizzato anche un singolo dal titolo "Extradolce".

Immagini: [1] [2] [3] [4]


Il capitano Lennox

Pubblicato il


Ieri sera Italia Uno ha trasmesso il film "Tranformers". Fra i personaggi maschili è degno di nota Josh Duhamel che nel film vestiva i panni del capitano Lennox.
Di lui ce ne eravamo già occupati nel 2006 in occasione dell'uscita del film "Turistas" (con alche alcune immagini correlate che lo ritraggono senza veli in un servizio fotografico realizzato dal fotografo Greg Gorman).
Nato nel Dakota del Nord il 14 novembre 1972, Josh Duhamel è un modello statunitense. Nel 1995 vince il titolo di modello dell'anno e, sempre quell'anno, esordisce come attore sul piccolo schermo nella soap opera della ABC intitolata "La valle dei pini". Josh è anche apparso in video musicali come "I Will Go With You" di Donna Summer e "Genie In a Bottle" di Christina Aguilera.
Nel 2003 veste i panni dell'agente di sicurezza Danny McCoy nel telefilm della NBC "Las Vegas", conquistando il suo primo ruolo primario. L'anno successivo esordisce sul grande schermo nella commedia romantica "Appuntamento da sogno", seguito nel 2006 dall'horror "Turistas".
Nel 2007 e nel 2009 interpreta il capitano Lennox rispettivamente nei film "Transformers" e "Transformers-La vendetta del caduto". Nel 2010 uscirà nelle sale "When in Rome" dove Josh interpreterà il personaggio di Nick Beamon.
Il 10 gennaio 2009, sopo cinque anni di fidanzamento, si è sposato con la cantante Stacy Ferguson, meglio conosciuta come Fergie.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5]


Il modello e la massaia

Pubblicato il


Divertente, ironica, sexy. E' la nuova campagna pubblicitaria realizzata in Australia dalla Ambi Pur in occasione del lancio di una nuova serie di prodotti per la pulizia del bagno.
L'idea è semplice quanto geniale: associare in un'immagine romantica un ragazzo dalla bellezza mozzafiato con la una massaia per lo più sullo stile della classica sciura Maria.
La campagna è stata realizzata dall'agenzia JayGrey di Sydney sotto la direzione creativa di Jay Furby e la direzione artistica di David White. Le immagini, infine, sono state realizzate dal fotografo Toby Burrows.

Immagini: [1] [2] [3] [4]


La formula per calcolare l'area del pene

Pubblicato il


Forse non lo sapevate, ma esiste una formula per calcolare l'area del pene. Per l'esattezza, la formula è la seguente: A := 2πRℓ₁ + (π/6)[√((1 + 4ℓ₂)³) - 1].
Tutto è nato quando un utente ha pensato bene di postare su Yahoo! Answer (una comunità dove gli utenti si pongono e rispondono a vicenda a domande di ogni natura), una domanda che tutti si sarebbero aspettati sarebbe rimasta insoluta: "È matematicamente possibile calcolare l'area di un pene?".
Da qui l'intervento di un matematico che ha postato una riposta con tutta la spiegazione di tutti i passaggi matematici per calcolare l'area del pene o, meglio, "la superficie del pene" come lui stesso precisa.
Si è dunque scelti di fare i calcoli su un pene eretto in modo da evitare complicazioni. Per il resto del calcolo vi rimando alla pagina con il testo integrale della risposta.
La risposta data ha suscitato grande curiosità nel pubblico di Internet, al punto da essere stata ripresa da un video di You Tube ed essere alla base della nascita su Facebook del gruppo "Il teorema dell'area del pene".


Mika: chi ha bisogno di etichette lo può definire bisex

Pubblicato il


In una recente intervista rilasciata da Mika alla rivista "Gay&Night", il cantante ha parlato della sua sessualità.
A tal proposito ha dichiarato di non aver mai voluto un'etichetta per sé stesso e di non sentire la necessità di barriere quando si tratta di andare a letto con una persona. E' qui, però, che ha aggiunto che se la gente ha proprio bisogno di definirlo con un'etichetta, allora può usare il termine bisessuale.
Non è la prima volta che i giornali puntano la loro attenzione sulla sessualità di Mika: già ad inizio mese la rivista francese lgbt Tetu gli aveva chiesto di parlare della voci sempre più insistenti che circolavano circa la sua sessualità. In tale occasione Mika rispose dichiarando: &lraquo;Non è giusto che qualcuno debba limitarsi in una definizione tanto arbitraria. Prima di sapere se sono omosessuale o eterosessuale, preferirei parlare del concetto di genere, un argomento di cui non si parla abbastanza».

Video: [1]


Matt Walch

Pubblicato il


Matt Walch nasce a Medford, Oregon (Stati Uniti). I suoi genitori si trasferiscono a Bend e qui vive fino all'età del college. All'età di 15 anni, Matt inizia a nutrire interesse per il fitness e il padre inizia a portarlo con sé in palestra.
A 18 anni, Matt incontra un ragazzo di nome Rick Edwards, un modello di grande fama, che gli suggerisce di provare ad entrare in quel mondo. Matt firma un contratto con un'agenzia e inizia a lavorare regolarmente. Ben presto firma un accodo anche con la Mega Muscle Productions.
Le altre passioni di Matt spaziano dall'andare a cavallo a fare il pompiere. Esistono anche alcuni scatti d'autore che lo immortalano mentre veste i suoi panni da vigile del fuoco.
Attualmente Matt vive in una caserma dei vigili del fuoco in una piccola cittadina rurale. Ha terminato i suoi studi in tecnologia industriale e spera di poter mettere a frutto quanto imparato proprio per diventare un vigile del fuoco a tutti gli effetti.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] - Video: [1]


Napolitano invita al rispetto dei gay

Pubblicato il


Il Presidente Napolitano è tonato ad occuparsi di omofobia. L'occasione è stato il discorso per l'inaugurazione del nuovo anno scolastico.
Tra le altre cose, il Presidente ha ricordato agli studenti presenti che: «È importante ricordare, tutti noi, che un paese si fa rispettare se è rispettabile e se rispetta gli altri: se i suoi cittadini si comportano con senso del decoro, se non offendono chi è diverso da loro, le minoranze religiose, gli stranieri immigrati, gli omosessuali, chi ha una pelle di altro colore».
Pochi giorni fa Napolitano si era già occupato di omofobia in uno dei suoi discorsi durante la conferenza internazionale contro la violenza sulle donne. In quell'occasione aveva dichiarato che l'omofobia va contro la Costituzione: «La lotta contro ogni sopruso ai danni delle donne, contro la xenofobia, contro l’omofobia fa tutt'uno con la causa del rifiuto dell'intolleranza e della violenza, in larga misura oggi alimentata dall'ignoranza, dalla perdita dei valori ideali e morali, da un allontanamento spesso inconsapevole dei principi su cui la nostra Costituzione ha fondato la convivenza della nazione democratica».


Giocatore di football molesta un parchimetro

Pubblicato il


Il protagonista della vicenda è il giocatore di football australiano Adam Michael Kelly. Lo scorso 31 agosto il 25enne aveva festeggiato con i compagni la fine del campionato ed è evidente che abbia esagerato nell'alzare il gomito. A fine serata è sceso in strada e ha iniziato a similare un rapporto sessuale con un parchimetro, strusciandosi addosso e incoraggiandolo con frasi del tipo: «Dai bellezza, lo so che che ti piace». Il tutto davanti ai passanti che lo guardavano inorriditi.
Quando il giocatore ha oltrepassato ogni limite di decenza insultando con parole razziste una passante asiatica che lo invitava ad andarsene a casa, la polizia è intervenuta portandolo in carcere per la notte.
La Corte Magistrale di Cairns, località turistica nel nord est dell'isola, è stato chiamato a giudicarlo sull'accaduto. La sentenza è stata la condanna al pagamento di una multa di 150 dollari.


In Gran Bretagna un professore posa nudo su Internet. Sospeso

Pubblicato il


Lui si chiama Sam Handley, ha 25 anni ed è professore di educazione fisica presso la Harvey Grammar School di Folkestone, in Gran Bretagna.
Il suo nome è comparso su tutti i giornali d'oltre Manica quando alcuni suoi studenti hanno scoperto che il loro professore aveva posato senza veli per un sito Internet. A tal proposito è curioso come molti giornali (anche italiani) abbiano puntato l'attenzione sul fatto che Sam fosse gay anche perché sul sito in questione (seppure dedicato principalmente ad un pubblico gay) i ragazzi che posano sono da soli sul set e molti di loro sono eterosessuali. Anzi, a dirla tutta, il sito in questione aveva redatto una scheda dove lo spacciava per un personal trailer eterosessuale e donnaiolo. Precisazione a parte, ciò non toglie che avesse posato senza veli.
Il fatto non è piaciuto alla direzione della scuola che ha sospeso l'insegnante. Dal canto suo Sam si difende sostenendo si non aver posato per nulla di pornografico. Stando alle date pubblicate sul sito che ha pubblicato le immagini (ora rimosse), le fotografie hanno fatto la loro comparsa sulla rete il 2 luglio scorso, seguite il 3 agosto da un video dove il professore mostrava i suoi muscoli. A quanto si apprende dalla stampa, i problemi del professore sarebbe nati per colpa dei suoi studenti che, scovate le immagini, le hanno pubblicato immediatamente su Facebook facendole circolare velocemente per l'intera scuola.
Quello di posare senza veli sembra diventato una moda del corpo insegnanti per arrotondare lo stipendio. Sempre nella stessa scuola tre anni fal'insegnante di musica Kristina Howells venne licenziata dopo aver posato in topless per la rivista Cosmopolitan.

Immagini: [1] [2] [3] [4]


Nicola Paolinelli è il nuovo compagno della Ingerman?

Pubblicato il


Nicola Paolinelli è un ex tronista della trasmissione televisiva "Uomini e Donne". Dopo il suo momento di massima popolarità nella stagione 2006/07, si vocifera che Nicola abbia avuto modo di flirtare con numerose star della televisione.
Il gossip vuole che la sua nuova fiamma sia Randi Ingerman: i due, infatti, si sarebbero conosciuti la scorsa estate in un locale di Milano Marittima e qui sarebbe scattata la scintilla.
Alcuni giornali scandalistici sostengono anche che i due siano stai avvistati all'aeroporto di Milano Malpensa mentre erano in partenza per una vacanza romantica a New York.
Gossip a parte, vi lascio ad alcune fotografie dove l'aitante ex-tronista mostra il suo fisico.

Immagini: [1] [2]


James Franco a scuola di cinema gay

Pubblicato il


A quanto pare l'attore James Franco ha deciso di non preoccuparsi troppo se qualcuno dovesse pensare di etichettarlo come un attore che interpreta ruoli gay. mentre altri suoi colleghi contano col contagocce i ruoli gay per evitare di far mettere in discussione la loro virilità, James ha deciso di iscriversi al corso di Cinema Queer presso la New York University.
L'attore ha già girato alcuni cortometraggi ispirati ai versi dei poeti gay e ha vinto un Golden Globe per la sua interpretazione del bisex James Dean (per l'appunto nel film "James Dean" del 2001).
La lista dei suoi ruoli gay non si ferma certo qui. james ha vestito i panni di Scott Smith, compagno di Harvey Milk nel film vincitore di otto premi Oscar "Milk". Presto sarà Allen Ginsberg, poeta omosessuale, nel film "Howl" che uscirà nelle sale cinematografiche nel 2010.
James Franco è nato il 19 aprile 1978 a Palo Alto (Stati Uniti). E' un attore e regista, che ha preso parte a film -oltre quelli già citati- come "Spider-Man", "Il prescelto", "Tristano e Isotta" e "Mai stata baciata".


Will Kemp

Pubblicato il


Will Kemp nasce il 29 giugno 1977 ad Hertfordshire in Inghilterra. Qui cresce insieme ad un fratello ed una sorella e ai genitori. Il padre è un grafico mentre la madre è una modella. E' proprio lei che all'età di 9 anni gli propone di provare la danza classica. Will si rivela un vero e proprio talento, al punto che entrerà più tardi nel Royal Ballet Seniors e, successivamente, addirittura nel Royal Ballet Upper Class.
All'età di 17 anni partecipa ad un'audizione per la compagnia di danza "Adventures in Motion Pictures", venendo selezionato. Entra così nel cast di una rappresentazione del Lago dei Cigni. Ed è proprio in teatro, durante uno di questi spettacoli, che Will viene notato da Sherry Lansing della Paramount Studio: impressionato dal suo talento, lo invita a sperimentare anche il mondo del grande schermo.
Will inizia lavorare così anche come attore, prendendo parte a film come "Cindarella", "Brothers Of The Head", "Van Helsing", "Nella Mente Del Serial Killer", "Miguel & William" e "Step Up 2-La Strada Per Il Successo".

Immagini: [1] [2] [3] - Video: [1]


Uno smash per i diritti civili

Pubblicato il


Si chiama "Uno smash per i diritti civili" ed è il primo torneo di tennis per persone lgbt che prenderò il via domani ai Tc garden di Roma per concludersi il 27 settembre. La manifestazione è stata organizzata dall'associazione di Imma Battaglia, Di' Gay Project, insieme a Yellow Rome Tennis e al X Municipio di Roma, con il patrocinato da Regione Lazio e Comune e Provincia di Roma.
In gara ci saranno oltre 100 tennisti (di cui la metà donne) provenienti da metà Europa (Italia, Belgio, Lussemburgo, Francia, Spagna, Svizzera, Olanda, Romania, Inghilterra e Irlanda).
L'intenzione non è solo quella di dare vita ad un torneo sportivo, ma anche quella di offrire un momento di riflessione sui diritti civili. Non a caso gli atleti in gara parteciperanno tutti alla fiaccolata del 24 settembre organizzata dopo i casi di omofobia della scorsa estate.
Alla manifestazione interverranno anche alcuni personaggi del mondo dello spettacolo. Fra le prime adesioni è da segnalare Luca Argentero, Valeria Marini e le cantanti Paola e Chiara.


Inghilterra: Guardie gay per la regina

Pubblicato il


La regina d'Inghilterra sta cercando guardie gay, lesbiche e transessuali da mettere a protezione e difesa di Buckingham Palace e delle residenze reali di Windsor e Balmoral. E' quanto emerge da un annuncio pubblicato da Scotland Yard.
La ragione della bizzarra richiesta parrebbe essere dovuta alla necessità per la polizia britannica di compensare la mancanza quasi totale di persone appartenenti alla comunità lgbt e di altre minoranze. L'annuncio, infatti, chiarisce che "sono particolarmente ben accette richieste da parte di donne, gay, lesbiche, bisessuali, transessuali, neri e altre minoranze etniche". In altre parole anche se l'annuncio è aperto a tutti, l'orientamento sessuale o l'appartenenza a minoranze potrebbe essere considerato nel momento della decisione sull'assegnazione dei post disponibili (stimati intorno alle 30 unità).
I conservatori, guidati da Philips Davies, hanno immediatamente contestato l'annuncio: «Tutto ciò ha del ridicolo -ha dichiarato Davie- Non so se la famiglia reale si sentirà più sicura sapendo che là fuori a proteggerli c'è un transessuale. Che male c'è ad assumere solo i più capaci per il ruolo? Non m'interessa sapere se questi agenti sono gay o eterosessuali la cosa importante è che siano i migliori».
Dal canto suo Scotland Yard ha replicato: «Noi vogliamo reclutare i migliori profili nelle diverse comunità di Londra. Questo significa anche assicurarsi che tale diversità si rifletta in quelle particolari unità in cui al momento è scarsamente rappresentate».


Nicole Kidman interpreterà la prima trans della storia

Pubblicato il


Nicole Kidman è stata scelta per interpretare Lili Elbe, la prima trans della storia, nel film "The Danish Girl" di Tomas Alfredson.
Il film è tratto dal romanzo di David Ebershoff ed è ambientato nei primi decenni del secolo scorso. La sceneggiatura -basata su una storia vera- racconta la vita del danese Einard Wegener. Questi si prestò a posare in abiti femminili per un dipinto dalla moglie, ma quando negli anni venti il loro lavoro ebbe successo, Greta convince il marito a mostrarsi anche in pubblico in abiti femminili. Quello che era solo un gioco, porto Einar a decidere di cambiare il proprio nome in Lili Elbe e ad operarsi per diventare donna nel 1931.
Sul set ci sarebbe dovuta essere anche Charlize Theron, a cui era stato proposto di interpretare la moglie di Wegener, ma l'attrice ha rinunciato alla parte.
La Kidman non sarà solo la protagonista del film, ma è anche la produttrice della pellicola.


Un coming out molto particolare

Pubblicato il


La ILGA (International Lesbian and Gay Association) ha realizzato uno spot molto divertente. Vi raccomandiamo di guardare il video proposto in fondo al post prima di proseguire nella lettura del post in modo da non rovinarvi la sorpresa.
Lo spot in questione è stato realizzato per sensibilizzare l'opinione pubblica sul fatto che i figli adottati da coppie omosessuali non debbano necessariamente diventare anch'essi omosessuali. Lo spot è stato realizzato in occasione della discussione parlamentare sulla possibilità di permettere adozioni alle coppie omosessuali di qualche tempo fa. Il video è andato inonda su molte emittenti belghe (come la RTBF, la VT4e e la VijfTV) prima di essere riutilizzato per una campagna di livello internazionale in tutti i Paesi che hanno affrontato decisioni legislative sull'argomento.

Video: [1]


Arcigay: Aurelio Mancuso non si ricandiderà alla presidenza nazionale

Pubblicato il


Aurelio Mancuso non si ricandiderà alla presidenza di Arcigay Nazionale. E' lui stesso ad averlo annunciato durante la relazione conclusiva al Consiglio Nazionale che si è tenuto sabato e domenica scorsi.
L'associazione e, in particolare, il suo presidente avevano ricevuto molte critiche nei mesi scorsi e sempre più spesso in Italia si è visto la nascita di piccoli movimenti di iniziativa spontanea. Mancuso non ha negato che Arcigay stia avendo difficoltà ad arrivare alle comunità lgbt delle grandi città, contrariamente alle realtà locali dove l'associazione è tutt'ora fortemente radicata.
In un'intervista rilasciata a Gay.it, il presidente onorario di arcigay, Franco Grillini, ha dichiarato: «Arcigay è un bene pubblico che sopravvive ai suoi presidenti e il gesto di Mancuso va nella direzione di salvaguardare l'associazione [...] In futuro non ci dovranno più essere "padri padroni", ma presidenti condivisi che pongano fine alle lotte interne. [...] Che ci siano le fiaccolate nelle città è un segno positivo, vuol dire che non c'è più solo "mamma Arcigay" ad imboccare il movimento ma che, anzi, esiste una capacità dei gay e delle lesbiche di autorganizzarsi e fare iniziativa politica».


Su Gayburg arrivano gli avatar

Pubblicato il


Una delle ultime novità introdotte da Blogger (la piattaforma che ospita anche Gayburg) è la possibilità di associare un avatar ai propri commenti. un avatar è un'immagine che viene associata ai commenti di un utente e che lo caratterizza all'interno della comunità.
Da qualche ora tale funzionalità è stata attivata anche su Gayburg, seppur con qualche personalizzazione nella visualizzazione rispetto alla funzione offerta da Blogger.
Al momento rimarrà invariata la comparsa di un avatar generato automaticamente per tutti gli utenti che inseriscono un nome, mentre per gli anonimi saranno contraddistinti da un'immagine di default uguale per tutti (motivo in più per firmare i vostri commenti con un nome o uno pseudonimo).
Gli avatar personalizzati, invece, seguiranno le logiche pensare da Blogger ed eventuali evoluzioni del servizio. Al momento, per inserirli è necessario creare gratuitamente un profilo su Blogger dal quale si potrà caricare un'immagine che sarà utilizzata come avatar ogni qualvolta si posterà un commento utilizzando quei dati di accesso.


Facebook: un gay si vede dagli amici

Pubblicato il


Due studenti del MIT di Boston hanno condotto uno studio secondo il quale è sufficiente analizzare la lista di amici di un utente di Facebook per poterne individuare l'orientamento sessuale.
Carter Jernigan e Behram Mistree, questi sono i loro nomi, hanno analizzato 1.500 profili di alcuni studenti la cui identità sessuale era dichiarata. In base ai dati raccolti, hanno sviluppato un software in grado di identificare in automatico i gusti di un utente del popolare social network anche quando esistono i filtri di privacy dei propri dati.
A dire il vero, l'algoritmo utilizzato -perlomeno per quello che si può dedurre in a quanto divulgato- non sembra molto complesso e prende in considerazione la proporzione fra contatti etero e gay nelle liste degli amici di un determinato utente. Un sistema, in pratica, che molti di noi hanno magari già utilizzato per cercare di capire se un amico di un amico è della parrocchia o meno (si, insomma, se ha quasi solo amici gay, magari è gay pure lui, no?).
Sono preoccupanti, però, le possibili applicazioni di un software del genere: gli stessi creatori ipotizzano una possibile applicazione nel settore del web marketeting, permettendo alle aziende di poter targhettizzare le loro campagne in base all'orientamento sessuale di un utente anche senza il bisogno che quest'ultimo si dichiari.


Un milione

Pubblicato il


Gayburg è arrivato al traguardo di un milione di pagine viste. Proprio per questo vorrei ringraziare tutti voi per l'affetto e la costanza con cui visitate le pagine di questo blog e che avete reso possibile il raggiungimento di questo traguardo.
Gayburg nasce il 25 ottobre 2005, riscuotendo fin da subito un riscontro di pubblico abbastanza gratificante. Dal gennaio 2006 la pubblicazione dei post viene sospesa, per poi essere ripresa nel dicembre 2008 con un restyling del sito. E' inutile negare che i tempi sono cambiati e che il numero di blog gay è più che decuplicata rispetto al 2005, rendendo di fatto molto più complesso farsi conoscere dalla blogosfera.
La ripresa è abbastanza timida e i dati di traffico sono inizialmente abbastanza bassi (in fondo i vecchi utenti del blog non passavano certo tutti i giorni a vedere se il sito aveva ripreso le sue pubblicazioni). Dopo qualche mese, però, il traffico ha iniziato a crescere in modo esponenziale. Ed è per questo che desidero ringraziarvi tutti per essere qui.
Ne approfitto anche per ringraziare i blogger e i siti che ci hanno aiutato a farci crescere linkando il blog. Ecco alcuni di loro: Be-gay, Gaylab, Il salottino del barbiere Tito, I'm so guy, Queerblog, Schizophreneia, ScorpioItalia ed altri ancora.
Ora non rimane che iniziare una nuova sfida e cercare di raggiungere nuovi obiettivi, cercando di proporre sempre più argomenti e post che possano tenervi compagnia o informarvi su ciò che accade nel mondo.
Grazie di cuore.


Le prime immagini di Dieux du Stade 2010

Pubblicato il


L'uscita dell'edizione 2010 del calendario "Les du Stade 2010" si sta avvicinando e iniziano a fioccare su Internet le prime immagini.
A settembre era stata resa pubblica a copertina e si è saputo che le 47 immagini del calendario (che propone ormai da dieci anni i professionisti del rugby in foto di semi-nudo) sono state curate dal fotografo di Los Angeles, Tony Duran.
La scorsa settimana è stato pubblicato sul sito video di Stade.fr (il sito ufficiale dello stadio di Parigi, organizzatore del calendario) un estratto del Making of del calendario, un video di backstage che da ormai qualche anni segue l'uscita della versione cartacea.
Il video è stato seguito a breve dalla pubblicazione di alcune immagini in anteprima da parte sito Pure People.
Ecco di seguito alcune immagini pubblicate da Pure People e il video del backstage.

Immagini: [1] [2] [3] [4] - Video: [1]


Il colonnello svizzero: «Sono gay»

Pubblicato il


Beat Steinmann è un colonnello svizzero, impiegato in una ditta di elettronica. Nell'ultimo numero di "Intra", il giornale dei collaboratori del Dipartimento della Difesa, Steinmann ha dichiarato di essere gay.
Lui stesso sottolinea che la sua decisione di fare un coming out pubblico poteva essere rischioso perché un membro delle Forze armate che dichiara la propria omosessualità è ancora visto da molti come una specie di fenomeno da baraccone. I tempi, però, stanno cambiando. Come sottolinea lui stesso, sono molte le aziende che hanno puntato al concetto di rispetto per le minoranze, razziali, sessuali e religiose. Tra questo anche l'esercito adesso rende obbligatori dei corsi di sensibilizzazione per i suoi quadri.
Il colonnello Steinmann ha fondato quattro anni fa l'associazione "QueerOfficers", con lo scopo di poter aiutare i soldati gay discriminati e cercare di smantellare un tabù. Oggi l'associazione conta 75 ufficiali (uomini e donne) per lo più di origine svizzero-tedeschi. Ora si sta valutando la possibilità di aprire le porte dell'associazione anche a sotto-ufficiali e soldati semplici.


Il campo da calcio, il bacio e la smentita

Pubblicato il


Orlin Peralta e Bryan Beckles sono due giocatori di calcio dell'Honduras. Entrambi giocano nel Vida e i due sono stati i protagonisti di una foto che ha ben presto fatto il giro del mondo.
I due hanno esultato in mezzo al campo e, stando alla fotografia scattata in quel momento, parrebbe che le loro labbra si tocchino. Nel complesso la foto mostra un bacio sulla bocca fra due uomini, con i loro corpi di colore diverso che si abbracciano. A poco, però, ha potuto il romanticismo e la bellezza della foto: tifosi omofobi e commenti fioccati su Internet hanno da subito criticato ed attaccato l'accaduto, tantoda spingere i due calciatori a negare l'accaduto.
Orlin Peralta ha dichiarato al "La Prensa" (un giornale locale) che lui si era semplicemente avvicinato al compagno di squadra e che al momento dello scatto gli stava sussurrando qualcosa all'orecchio. Bryan Beckeles, invece, ha reagito dichiarando che non ha mai mai pensato, né sarebbe mai capace di bacia un altro uomo.

Immagini: [1]


Roma: nuova intimidazione al Qube

Pubblicato il


Dopo il tentativo di incendio dello scorso agosto, il Qube è stato nuovamente vittima di un attentato intimidatorio. Stamattina, intorno alle 7, è stato lanciato un sasso in fiamme contro la serranda del locale che era stata bagnata con liquido infiammabile.
Il Qube è la discoteca che ospita il "Muccassassina", uno delle principali feste gay della capitale. Si presume, infatti, che dietro l'attentato ci sia un movente omofobo.
Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha espresso la sua "totale condanna per il nuovo attentato commesso questa mattina contro un locale frequentato da persone omosessuali". nelle su dichiarazioni Alemanno ha anche ribadito la necessità di un forte coinvolgimento delle istituzioni contro qualsiasi forma di discriminazione razzista e omofoba.


Jon Passavant

Pubblicato il


Jon Passavant nasce il 17 gennaio 1979 a Pittsburgh, Panama (Stati Uniti). Durante gli anni della scuola, la sua grande passione è il football.
la sua aspirazione è quella di intraprendere la carriera militare ma nel 1999, quando ancora frequentava il college, ha inizio la sua carriera da modello. Inizialmente dedica al lavoro solo poco tempo ma quando due anni più tardi conclude gli studi e si laurea in comunicazione commerciale, la sua diventa una carriera a tempo pieno.
Inizia a posare per le campagne pubblicitarie di Estee Lauder, Giorgio Armani, Andrew Marc, Intuition e Guess.
Jon ha sempre cercato di esprimere il meglio di sé in ciascun servizio fotografico ed è anche per questo che, giunto al successo, è stato nominato uno dei modelli più sotto-valutati degli anni precedenti.

Immagini: [1] [2] [3] [4]


Riccardo Scamarcio diventa gay (al cinema)

Pubblicato il


Riccardo Scamarcio prenderò parte nuovo film di Ferzan Ozpetek, dal titolo "Mine vaganti", nei panni di un gay pugliese fiero del su orientamento sessuale.
Il film, infatti, è ambientato nel Salento e racconta la vita di una famiglia vista attraverso gli occhi di due fratelli (Riccardo Scamarcio ed Alessandro Preziosi). Scamarcio interpreta il fratello gay che vive con disinvoltura la propria omosessualità nonostante la presenza di un padre severo e all'antica.
In passato Ozpetek ha già affidato ruoli da omosessuale ad attori celebri, fra cui spiccano domi come Gabriel Garko, Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino e Luca Argentero.
Ferzan Özpetek nasce ad Istanbul (Turchia) il 3 febbraio 1959. E un regista e sceneggiatore che vive e lavora in Italia sin dalla fine degli anni settanta. Il suo debutto cinematografico come regista avviene nel 1997 con il film "Il bagno turco". Fra i film realizzati negli anni successivi, sono da segnalare "Le fate ignoranti" (2001), "La finestra di fronte" (2003), "Saturno contro" (2007) e "Un giorno perfetto" (2008).


Il volto di Lars

Pubblicato il


Molti di voi si ricorderanno il suo volto nella campagna pubblicitaria dell'"Acqua di Giò". Girando su Internet sono molti i forum che parlano di quell'immagine, ma ancor più spesso compare una domanda spesso lasciata senza risposta: ma chi è il ragazzo immortalato nella foto?
Il suo nome è Lars Burmeister. Nato ad Amburgo (Germania) il 26 aprile 1981, ha al suo attivo numerose campagne pubblicitarie di successo come, oltre alla già citata campagna per il profumo di Giorgio Armani, anche alcuni servizi per la Hugo Boss.
Prima di diventare modello, Lars lavorava part-time come meccanico. L'idea di diventare modello non l'aveva neppure sfiorato, ma la sorella era convinta del contrario. E' lei che gli scatta alcune foto e le invia ad un'agenzia di Amburgo che immediatamente manifesta interesse e lo invita ad andare a Milano. I suoi primi lavori furono a Milano, Parigi e New York per clienti come Dolce & Gabbana, Frankie Morello, Gianfranco Ferre, Trussardi, Valentino e Versace.
Nel 2004 raggiunge fama mondiale grazie ad una campagna pubblicitaria realizzata per Hugo Boss. Sempre in quel periodo, il suo volto compare sulle pagine di riviste come Vogue, GQ e Cosmopolitan.

Immagini: [1] [2] [3] [4] - Video: [1]


E' morto Patrick Swayze

Pubblicato il


Si è spento ieri all'età di 57, Patrick Swayze. Era malato di tumore.
L'attore è diventato famoso per le sue interpretazioni in film come "Dirty Dancing" (1987), "Ghost" (1990), "Point Break" (1991) e "Donnie Darko" (2001). Vicono al mondo lgbt, c'è anche il film "A Wong Foo, grazie di tutto! Julie Newmar" (1995) dove vestiva i panni della favolosa drag queen Vida Boheme.
Patrick nasce a a Houston, in Texas (Stati Uniti) il 18 agosto 1952. Fin da piccolo esprime propensione per attività artistiche ed inizia a prendere lezioni di danza classica. Riesce a non dare troppo peso alle prese in giro dei compagni di scuola e prosegue negli studi dimostrandosi un promettente ballerino. Alla danza affianca anche attività sportive come il pattinaggio artistico e il football americano.
Nel 1973 ottiene la sua prima apparizione professionale nel corpo di ballo per "Disney on Parade", dove interpretava il Principe Azzurro di Biancaneve. Gli anni successivi lo vedono impegnato anche a Broadway.
Nel 1977 il ginocchio che si era infortunato da giovane durante una partita di football americano peggiora. Grazie a quattro operazioni riesce a rimettersi ma in quel periodo prende la decisione di intraprendere la carriera di attore. Il suo debutto sul grande schermo avrà luogo nel 1979 con il film "Skatetown, U.S.A.".


Il commissario che era gay

Pubblicato il


Il commissario Luca Benvenuti (interpretato da Simone Corrente) è uno dei protagonisti della serie "Distretto di polizia". Nella nona serie, il bel commissario si fidanza con l'amica del cuore. Fin qui nulla di strano se non fosse che Luca Benvenuti era gay.
La sua omosessualità era molto evidente nelle prime puntate della serie ma, dopo la rottura con il suo ex nella quarta serie, il commissario ha iniziato a dedicarsi solo al lavoro e gli sceneggiatori hanno iniziato a tacere circa il suo orientamento sessuale, se non nella sesta serie quando il padre gli chiede scusa per averlo allontanato dopo aver appreso della sua omosessualità. Ora nella nona serie la svolta che porta Luca ad iniziare una storia d'amore con una donna.
Il dubbio è in seguito a certe polemiche delle passate stagioni, la produzione abbia ricevuto delle pressioni per rendere "etero" il personaggio. Certo è che il messaggio che viene passato può essere anche molto forviante e far quasi intendere che l'esser gay sia un qualcosa che si può cambiare.


Paris Hilton contestata a Milano

Pubblicato il


Molte sono le polemiche nate dopo la partecipazione di domenica scorsa di Paris Hilton alla serata "Join the Gap", organizzata dall'Arcigay Milano presso la discoteca Borgo del Tempo Perso. Le polemiche erano già nate nei giorni precedenti circa il compenso che l'associazione ha dovuto presumibilmente sborsare per quell'invito. Ma il vero paradosso è avvenuto proprio domenica quando Paris è salita sul palco.
Il presentatore le ha spiegato che in Italia si erano verificati alcuni casi di omofobia e l'ha invitata a tenere in mano un cartello con scritto "Stop Homophobia". La richiesta, però, dev'essere apparsa inopportuna alla bionda che si è rifiutata di tenere in mano qual cartello. Da qui la contestazione di presenti che hanno iniziato a fischiarla e ad invitarla ad abbandonare il palco. Lo stesso ha fatto il presentatore che ha invitato Paris ad allontanarsi dal locale non ritenendola più gradita.
A questo punto la Hilton ha iniziato a discutere con il suo staff e ha chiesto di poter tornare sul palco per tenere in mano il cartello. Richiesta che le è stata accordata anche se prima è stato organizzato un servizio di sicurezza che le permettesse di allontanarsi visto l'alto livello di indignazione che aveva provocato nel pubblico.


Andrea Montovoli a Miss Italia

Pubblicato il


Si è conclusa ieri sera l'edizione 2009 di Miss Italia. Fra tante ragazzo in concorso, vogliamo portare la nostra attenzione su uno dei pochi personaggi marchiali presenti sul palco. Si tratta di Andrea Montovoli che ha partecipato in veste di padrino di un gruppo di miss.
Andrea Montovoli nasce a Porretta Terme il 12 marzo 1985. La sua carriera ha inizio nel 2004 quando debutta in qualità di attore teatrale. Due anni più tardi ottiene la sua prima parte sul grande schermo nel film "Uno su due" diretto da Eugenio Cappuccio. Ben presto le sue attività si diramano e inizia a lavorare anche come attore televisivo, come modello e come dj radiofonico.
Nel 2007 incide un suo disco di musica rap autoprodotto dal titolo "Respect" e prende parte al reality show televisivo "L'uomo perfetto" condotto da Ellen Hidding. L'anno successivo è il vocalist del tour di Vasco Rossi a Roma e Milano. Il 2008 lo vede impegnato anche sul set dei film "Il papà di Giovanna" di Pupi Avati e "Albakiara" di Stefano Salvati e nella miniserie televisiva "Quo Vadis, Baby?" diretta da Guido Chiesa.
Nel 2009 è nel cast delle serie "L'ispettore Coliandro 2" e "R.I.S. 5 - Delitti Imperfetti" e del film "Scusa ma ti voglio sposare" con Raul Bova (la cui uscita nelle sale è prevista nel 2010). Lo stesso anno partecipa anche al reality show "Ballando con le stelle 5", condotto da Milly Carlucci e, sempre con Milly Carlucci, è salito in questi giorni sul palco di Miss Italia 2009.

Immagini: [1] [2] [3]


Fabrizio Corona nudo in Videocracy

Pubblicato il


Fabrizio Corona torna a spogliarsi, e questa volta lo fa nel ruolo di attore. La pellicola in questione è il film-documentario "Videocracy" di Erik Gandini presentato alla mostra del cinema di Venezia.
Il film, che inizialmente doveva essere destinato al solo mercato svedese, ricostruisce il sistema di potere attuale italiano, partendo dalle origini quando trent'anni fa Berlusconi fondò la sua prima emittente televisiva. Nel film ci sono scene tratte da Colpo Grosso, Drive in, Grande Fratello e varie scene che mostrano un intreccio fra politica e televisione, soprattutto in relazione all'ascesa del nostro attuale Presidente del Consiglio.
Ed è proprio fra queste scene che ve n'è una dedicata a Fabrizio Corona: poco più di dieci secondi in cui il fotografo si dedica ad una doccia rilassante mostrando anche le sue parti intime.

Immagini: [1] [2] [3] [4] - Video [1]


La mano di Sinead

Pubblicato il


L'associazione irlandese Marriag Equality ha da poco lanciato uno spot che ha riscontrato un successo a dir poco inaspettato. La domanda che viene posta è semplice: "Come ti sentiresti se dovessi chiedere a quattro milioni di persone il permesso di sposarti?".
La domanda viene posta mentre scorrono le immagini dell'attore Hugh O'Connor impegnato in un improbabile pellegrinaggio casa per casa a chiedere a tutti il permesso di poter sposare la sua compagna.
L'obiettivo è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sulle unioni civile fra persone dello stesso sesso. Attualmente tali unioni sono proibite in Irlanda ma a settembre il Parlamento sarà chiamato a valutare la possibilità di modificare la legge in vigore per allargare le unioni civili anche a gay e lesbiche.

Clicca qui per vedere il video.


Iraq: la caccia ai gay si trasferisce su Internet

Pubblicato il


Abu Hamizi ha 22 anni e passa sei ora al giorno sta seduto per terra con il suo notebook fra le ginocchia alla ricerca di chat-room gay. Il suo obiettivo, però, non è trovare nuovi amici, ma potenziali vittime.
E' quanto rivela un reportage pubblicato dall'Observer.
«"E' il modo più semplice -dichiara il giovane- per scovare la gente che sta distruggendo l'Islam e vuole rovinare la nostra reputazione, che abbiamo impiegato secoli a costruire«. Abu prende poi un appuntamento con le persone conosciute via Internet, poi li aggredisce e talvolta li uccide.
Si stima che il gruppo al quale appartiene Hamizi, e altri suoi simili, sia responsabile della morte di 130 omosessuali iracheni dall'inizio dell'anno.
L'omosessualità non era un reato durante il regime di Saddam Hussein, ma la violenza contro i gay è aumentata dopo l'invasione del 2003. Secondo un'associazione irachena con base a Londa, sarebbero stati oltre 680 gli omosessuali uccisi dal 2004, 70 solo negli ultimi cinque mesi.
Gli omicidi commessi sono spesso brutali ed accompagnati da torture.


"A single man" vince il Queer Lion 2009

Pubblicato il


L'edizione 2009 del Queer Lion è stata vinta dal film "A Single Man", opera prima di Tom Ford.
Il film, tratto dal romanzo del 1964 "Un uomo solo" di Christopher Isherwood, racconta la storia di George, un professore gay inglese, che sopo la morte del compagno comincia una nuova vita da single a Los Angeles.
La pellicola è stata interpretata, fra gli altri, da Colin Firth, Julianne Moore e Matthew Goode.
Il premio è stato assegnato all'unanimità dalla giuria che ha così motivato la sua scelta: "Per la perfezione formale con cui viene raccontata la storia di un uomo che vive con dignità la perdita del proprio amore e perché ci ricorda l'urgenza di leggi che garantiscano la parità di diritti, affinché gli omosessuali possano vivere i loro amori alla luce del sole".


Briatore lascia intendere che Nelson Piquet Jr possa essere gay

Pubblicato il


Nelson Piquet Jr. in questi giorni sta facendo parlare di sé dopo aver dichiarato di aver provocato intenzionalmente un incidente durante il gran premio di Formnula 1 di Singapore dello scorso anno. Secondo il pilota, tale gesto gli sarebbe stato chiesto dalla scuderia, in modo da far entrare in pista la safety car per permettere la vittoria di Alonso.
Come era facile immaginare, molte sono state le reazioni e le dichiarazioni rilasciate dalla scuderia sull'accaduto. Fra queste c'è una dichiarazione di Flavio Briatore, direttore della Renault, che lascia intendere qualcosa circa l'orientamento sessuale del pilota: «Abbiamo fatto di tutto. Abbiamo cercato anche un dottore che gli parlasse per la sua fragilità. Addirittura ho letto sui giornali che Piquet mi ha accusato di non avere fatto entrare un suo amico nel paddock definendomi il suo boia. Io ho allontanato il suo amico su suggerimento del padre. Questi due vivevano insieme. Non si capiva che relazione avessero. Io ho seguito il consiglio del padre. Ho fatto addirittura spostare Piquet di appartamento e l'ho messo in un palazzo dove vivo io per tenerlo sotto controllo».

Immagini: [1] [2] [3]


Jean Carlos spogliato in nome della moda

Pubblicato il


Per il lancio del loro negozio online, Dean e Dan di D-Squared2 hanno realizzato uno spot che vede protagonista -oltre ai due gemelli- anche il modello Jean Carlos.
La storia narrata è semplice: i due prendono un ragazzo antipatico, lo svestono completamente e grazie ad un po' di magia (e -ovviamente- l'aiuto del loro shop online) lo rivestono di tutto punto.
Dopo aver frequentato la Parsons school of Design di New York, fratelli Caten si sono trasferiti nel 1992 a Milano per lanciarsi nel mondo della moda. Nel gennaio 1996 realizzano la loro prima sfilata e, negli anni successivi, la loro popolarità aumenta anche grazie a numerosi personaggi televisivi che hanno deciso di indossare le loro creazioni duranti le loro apparizioni pubbliche
Jean Carlos, invece, è un modello brasiliano che in breve tempo è riuscito a farsi conoscere sfilando anche all'ultima settimana della moda di Milano per marchi come DSquared2, CP Company, Etro e Giorgio Armani,

Immagini: [1] [2] [3] [4] - Video [1]


Firenze: ragazzo gay pestato a sangue

Pubblicato il


Un nuovo caso di omofobia, questa volta a Firenze, ha avuto luogo nelle notte fra mercoledì e giovedì scorso. All'interno di un locale gay -stando ai racconti dei presenti- un 26enne ha iniziato a parlare con due altri ragazzi che, però, hanno reagito insultandolo e dicendo che loro non erano gay. Dopo che proprietario del bar ha invitato i due ad uscire dal locale, questi si sono soffermati all'esterno per attendere l'uscita del ragazzo. Ed è qui che si è consumato il fatto: non appena uscito, i due l'hanno aggredito e picchiato a sangue mentre gli gridavano frasi del tipo: «Brutto frocio prendi queste». Il 26enne è stato poi portato all'ospedale con il naso ed entrambi gli zigomi fratturati.
L'Arcigay di Firenze ha reso pubblico quanto avvenuto solo qualche giorno più tardi perché i genitori del ragazzo pestato non erano a conoscenza della sua omosessualità.
Sporta denuncia presso le autorità, la polizia ha sequestrato i filmati ripresi dalle telecamere fisse vicino al locale dove è avvenuta l'aggressione per cercare immagini che possano essere utili all'indagine.


Vinicius Lemos

Pubblicato il


Spesso su questo blog si è parlato dei modelli proposti dal sito Terra Boy. Esistono però altri siti molto simili che propongono immagini di alcuni fra modelli brasiliani più belli. E' ad esempio il caso di Garoto POP, ed è proprio da qui che arrivano le immagini di Vinicius Lemos. Il servizio, pubblicato lo scorso luglio, è stato realizzato dal fotografo Eduardo Galvani ed è composto da circa 150 fotografie. Il tutto accompagnato dall'ormai immancabile video del making of e, per chi se ne intende di lingue straniere, anche un'intervista in brasiliano.
Vinicius ha 26 anni e vive a San Paolo (Brasile) dove si è trasferito per intraprendere la carriera di modello.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] - Video: [1]


Chris Campanioni su DNA

Pubblicato il


La nota rivista australiana DNA ha dedicato la sua copertina di settembre-ottobre a Chris Campanioni.
Il 24enne, noto anche con lo pseudonimo di Chris Cuba, ha posato davanti all'obiettivo del fotografo Frank Louis, realizzando alcuni scatti provocanti dove si mostra anche in modo generoso.
La carriera da modello di Chris ha avuto inizio circa un anno e mezzo fa. Da allora ha lavorato per le campagne pubblicitarie di C-in2 Underwear e Baskitwear underwear, è apparso sulle pagine di "Cosmopolitan", "Tetu" ed "Exercise for Men Only", ha recitato nel ruolo di Stewart nella serie TV americana "All My Children" e altro ancora. Di lui racconta che gli piace svolgere qualsiasi tipo di lavoro, ma preferisce posare per scatti di biancheria intima e riviste di fitness.
È da segnalare anche che il numero di DNA in questione è dedicato agli uomini più sexy del 2009. Fra i sessanta personaggi citati compaiono anche nomi come Chris Rockway, Levi Poulter, Zac Efron e Jakub Stefano.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6]


Nove Paesi, nove uomini, un vincitore

Pubblicato il


Si chiama "9 countries, 9 men, 1 winner" ed è il concorso europeo lanciato su Internet da Calvin Klein per scegliere un modello che posi per la loro collezione di underwear.
La gara è aperta a Inghilterra, Francia, Germania, Grecia, Olanda, Italia, Russia, Spagna e Svezia. A novembre i giudici sceglieranno un finalista per ciascun Paese: i nove candidati selezionati si sfideranno a maggio 2010 in una serata di gala. Questa volta, però, il voto che decreterà il vincitore sarà espresso dal pubblico e non più da una giuria selezionata. Il vincitore riceverà un contratto da modello e un viaggio di lusso per due in Sud Africa. Gli altri otto finalisti, invece, riceveranno una fornitura di biancheria Calvin Klein Underwear per la durata di un anno.
Per partecipare è sufficiente inviare due fotografie. Tutti i dettagli sono pubblicati sul sito del concorso all'indirizzo www.9countries9men.com. Le iscrizioni si chiuderanno il 31 ottobre.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5]


È morto Mike Bongiorno

Pubblicato il


Si è spento oggi a Montecarlo a causa di un probabile infarto Mike Bongiorno. Il noto presentatore televisivo aveva lasciato Milano proprio ieri per un periodo di vacanza prima di intraprendere quella che avrebbe dovuto essere il suo ritorno sul piccolo schermo su SkyUno dopo il mancato rinnovo del contratto da parte di Mediaset dello scorso anno. Aveva 85 anni.
Mike Bongiorno è nato a New York il 26 maggio 1924. Si trasferisce giovanissimo a Torino dove inizia a frequentare il liceo classico. Studi che dovrà abbandonare nel 1944 per partecipare alla Resistenza. Arrestato dai nazisti, viene rinchiuso a Milano nel carcere di San Vittore, dove condivide la prigionia con Indro Montanelli.
Trasferito nei campi di prigionia di Gries, Innsbruck e Spittal, rischia per ben due volte di essere fucilato ma grazie alla sua cittadinanza americana viene rilasciato nel corso di uno scambio di prigionieri fra Stati Uniti e Germania.
Fatto ritorno negli Stati Uniti, inizia a presentare il programma radiofonico "Voci e volti dall'Italia". Nel 1953 decide di far ritorno in Italia dove la televisione stava muovendo i primi passi. L'anno successivo presenta insieme ad Armando Pizzo "Arrivi e partenze", la prima trasmissione regolare della storia della televisione italiana. Nel 1955 ottiene la conduzione del primo quiz televisivo italiano, "Lascia o raddoppia", che gli darà grande popolarità. Gli anni successivi lo vedono coinvolto in numerose conduzioni di programmi Rai fino al 1979 quando decide di abbandonare il servizio pubblico per condurre "I sogni nel cassetto" su TeleMilano (quella che poi diventerà Canale 5). Fra i suoi programmi di maggior successo sono da segnalare "TeleMike" (condotto dal 1986 al 1992) e "La ruota della fortuna" (dal 1989 al 2003).
Nel corso della sua carriera Mike Bongiorno ha vinto ben 24 Telegatti e gli è stata conferita l'onorificenza di "Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica".


Men's Vogue rifiuta una pubblicità omoerotica

Pubblicato il


Tutto ha avuto inizio quando la casa di moda americana Marc Jacobs ha deciso di dar vita ad una campagna pubblicitaria per la sua collezione autunno inverno. Gli scatti, realizzati dal fotografo Juergen Teller, mostrano una coppia gay che si bacia in un bosco. Da sottolineare che i due modelli ritratti (Dick Page e James Gibbs) sono completamente vestiti.
Fin qui nulla di strano, soprattutto se si considera che nella cultura anglosassone le pubblicità con gay come protagonisti sono tutt'altro che una novità, ma quando Jacobs ha chiesto a "Men's Vogue" di pubblicare la sua pubblicità, la rivista ha risposto con un netto rifiuto.
Teller si dice stupefatto e dichiara di non capire le ragioni del rifiuto: «Ho voluto fare degli scatti che fossero romantici, teneri e dolci. Certo non intendevo fare nulla di provocatorio. Si vedono sempre immagini decisamente più sessualmente esplicite e aggressive, uno stereotipo dell'omosessualità. Per me si tratta solo due esseri umani che si amano»
Anche Robert Duffy, presidente della casa di moda Marc Jacobs, si è unito allo stupore del fotografo: «Cerchiamo di diffondere immagini postive. Sono una coppia normale e la consideriamo come tale».

Immagini: [1]


Intervista al fotografo Valentino Valente

Pubblicato il


Valentino Valente è un artista toscano noto per le sue fotografie di nudo artistico. I suoi scatti si rifanno alle opere dei grandi pittori del passato, con particolare attenzione ai giochi di luci e ombre. I soggetti non sono i classici modelli da copertina patinata, ma persone comuni che posano nudi mostrando la loro essenza. E' anche per questo che Valentino ha deciso di non ritoccare mai con Photoshop le sue immagini, lasciando eventuali imperfezioni così come appaiono nella realtà e come sono state catturate dall'obiettivo della sua macchina fotografica.
Per altre informazioni o per vedere alcuni dei suoi scatti (come quello di apertura o quelli pubblicati in fondo al post) è possibile visitare il suo sito ufficiale o il suo blog.

Puoi raccontarci qualcosa di te?
Raccontare di me sarebbe una lunga storia e forse un giorno la scriverò... sintetizzando la prima cosa che mi viene in mente da dire è la mia formazione all'Accademia di Belle Arti di Firenze ed il mio impatto con i musei e le chiese, poi il vasto curriculum di varie esposizioni artistiche e mostre personali di miei dipinti foto e spesso con performance musicali e video.
L'arte ha sempre avuto un posto principale nella mia vita e sempre con l'occhio, lo spirito e l'emozione verso il corpo umano e la forza della sua bellezza e i suoi segreti.
Sono affamato di immagini e di sensazioni e ne sono un divoratore instancabile e la macchina fotografica è complice di questa mia ossessione.
Sono Toscano e vivo circondato da pietre antiche che raccontano la storia e la loro magia mi avvolge in una capsula del tempo.

Com'è nata la tua passione per il nudo artistico?
La passione per il nudo artistico è nata in me da sempre e con la pittura e osservando i grandi artisti del rinascimento e i manieristi e tutta la cultura dell'umanesimo.Ho amato da sempre il corpo maschile e così cominciai ad amare a dipingerlo e fotografarlo, una ricerca continua che mi arricchisce interiormente e mi da continui stimoli.

Quali messaggi desideri passare attraverso i tuoi scatti?
Il messaggio che cerco di tramettere è l'amore per il corpo in tutti i suoi aspetti e cerco di far capire che il corpo specialmente giovane non ha bisogno di mostrasi con muscoli artificiali, depilazioni orrende, pose stereotipate da perfetti bambolotti di plastica!
Quando poi si mostra nudo integralmente diventa così un essere alieno e sopratutto innocuo anche se sfoggia enormi falli assurdi e così ha cancellato l'eros primordiale che risiede normalmente in ognuno di noi.
Perciò cerco con i miei modelli che sono ragazzi qualsiasi e che non conoscono questi orrendi artifici e che se li vedi per la strada nemmeno ti volti ma da nudi esprimono ed emanano naturalmente il loro potere segreto e la loro alchimia sessuale.

Quali caratteristiche deve avere una foto di nudo per essere artistica e non pornografica?
Una foto per essere considerata pornografica deve essere senza amore ne Eros (che significa amore per il corpo non libidine solamente) e quindi essere solo una foto preparata per essere venduta per essere consumata, mentre una foto non pornografica al di la della posa o di quello che mostra o anche di un erezione (che non è affatto pornografica perché è la potenza e il vigore del corpo anzi ne amplia ancor di più la sua bellezza) deve trasmettere bellezza, amore e segreti e forse per questo diventa sicuramente più eccitante dell'altra senza essere un oggetto.

Principalmente privilegi i corpi maschili. Credi che anche nel campo del nudo artistico sia importante provare attrazione verso ciò che si fotografa?
Si credo sia importante provare attrazione verso ciò che si fotografa perché l'artista diventandone partecipe trasmette questo al modello.


Immagini: [1] [2] [3] [4]


Sesso gay sulla TV nazionale tedesca

Pubblicato il


"Alles was Zählt" è una soap opera tedesca trasmessa dal canale televisivo RTL. E' proprio all'interno di una puntata di questa soap opera che si trova una delle scene di amore fra due uomini fra le più forti mai trasmesse da un'emittente televisiva nazionale tedesca.
La trama è semplice: Denniz e Roman, interpretati rispettivamente da Igor Dolgatschew e Dennis Grabosch, litigano per poi fare la pace. E, proprio per riappacificarsi, fanno l'amore sotto la doccia di una piscina comunale.
La scena è stata realizzata in maniera romanica e non volgare: ma se da un lato la si potrebbe paragonare alle scene di sesso eterosessuali che si è soliti vedere in alcuni film, è facile immaginare quanto si sia osato nel realizzare una scena simile con due protagonisti dello stesso sesso.
In fondo al post trovate alcune scene tratte dall'episodio in questione.

Video: [1]