Bertone collega l'omosessualità alla pedofilia. Indignate le associazioni lgbt



Il segretario di stato vaticano Tarcisio Bertone si lasciato andare oggi a dichiarazioni ritenuti da molti choccanti ed irresponsabili. Il religioso, infatti, in relazione allo scandalo pedofilia che ha investito la Chiesa ha dichiarato: «Non c'è alcun collegamento tra la pedofilia e il celibato a cui sono sottoposti i sacerdoti; e invece questo tipo di patologie sessuali sono da mettere in relazione all'omosessualità».
Paolo Patanè, Presidente nazionale Arcigay, ha commentato: «Siamo davvero indignati per le parole che Bertone ha pronunciato in Cile: non tenti la chiesa di trasferire le sue colpe sulla pelle di altre persone innocenti, e pensi piuttosto ad interrogarsi sulla sua mancanza di umanità. Arcigay aveva scelto di non infierire contro queste gerarchie vaticane per lo scandalo raccapricciante degli innumerevoli abusi di sacerdoti cattolici su minori. Ammettiamo di avere sbagliato nel pensare che bastassero le migliaia di denunce in tutto il mondo, perché le parole del segretario di stato vaticano confermano che questi uomini di chiesa non hanno ritegno ad offendere la buona fede di milioni di credenti, che dicono di rappresentare, affermando falsità che continuano ad uccidere la dignità di tanta gente e a generare violenza e discriminazione, anziché provare seriamente e con umiltà a riparare ai propri crimini. Di fronte a questa scandalosa mancanza di coscienza la denuncia di tutta la società civile deve essere durissima.».
5 commenti