È morto Andy Whitfield

Pubblicato il


Si è spento a Sydney Andy Whitfield, l'attore divenuto celebre in tutto il mondo per essere stato il protagonista della prima stagione di "Spartacus - Sangue e sabbia" (trasmessa in Italia da Sky). Aveva solo 39 e da 18 mesi combatteva una battaglia contro il cancro.
Il suo debutto televisivo avvenne nel 2004 con un'apparizione in un episodio della serie "All Saints". Nel 2007 esordì sul grande schermo con il film "Gabriel - La furia degli angeli" diretto da Shane Abbess, mentre nel 2008 tornò in TV in alcuni episodi di "The Strip", "Packed to the Rafters" e "Le sorelle McLeod".
Quando nel 2010 venne chiamato dalla produzione di "Spartacus ", Andy era ancora un attore semi-professionista e non aveva ancora lasciato il suo impiego da ingegnere ed ispettore edile. Per prepararsi alle riprese lavorò molto in palestra per trasformare il suo copro magro in quello muscoloso che meglio si addiceva al personaggio che si stava apprestando ad interpretare.
Al termine della prima stagione gli venne diagnosticato un linfoma non Hodgkin. Il produttore esecutivo della serie, Steven DeKnight, lo voleva a tutti i costi anche per la seconda e così tentò di dargli il tempo per curarsi creando un prequel dal titolo "Gods of the Arena" (Gli dei dell'arena). Alla fine, considerato anche l'aggravarsi della sua situazione, dovette cedere e nella seconda stagione (in onda dal prossimo febbraio su Sky) il ruolo passo all'attore australiano Liam McIntyre.
«Sarà ricordato come l'uomo ispirato, coraggioso e gentile, padre e marito che era», ha dichiarato la moglie. In una nota ha voluto anche ringraziare anche i numerosi fan che in questi mesi hanno sostenuto il marito.

Immagini: [1] [2] [3] [4]
2 commenti

Posta un commento