L'addio di Alessandro Del Piero alla Juve



Nel suo nuovo libro, presentato in anteprima nel nuovo numero di Vanity Fair, Alessandro Del Piero parla del suo rimpianto per la decisione di Andrea Agnelli di non rinnovargli il contratto alla Juventus (in scadenza il 30 giugno prossimo). In maglia bianconera Alessandro ha giocato un totale di 700 partite ed ha segnato ben 288 gol. Dal canto suo si dice non ancora pronto ad abbandonare il campo e, nonostante il suo sogno di chiudere la carriera indossando quella maglia numero 10, per lui si prospetta un futuro all'estero, forse in Australia.
È facile immaginare che non tutti i tifosi avranno apprezzato la scelta dei vertici della squadra e a molti mancherà la sua presenza in campo (sia come sportivo che come uomo, caratterizzato da un atteggiamento sempre pacato e da una bellezza che lo ha portato ad essere considerato da molti uno dei calciatori più sexy del campionato).

Nato il 9 novembre 1974 a Conegliano Veneto (Treviso), Alessandro Del Piero ha iniziato a giocare a calcio da giovanissimo, dapprima presso la squadra del suo paese (il San Vendemiano) e poi nella categoria più alta con il Conegliano. La madre avrebbe voluto vederlo giocare in porta, dov'è più difficile farsi male, ma il fratello maggiore riuscì a convincerla che il suo ruolo ideale era quello dell'attaccante.
A sedici anni si trasferisce al Padova, squadra nella quale riesce a mettere in luce il proprio talento al punto che in soli quattro anni passa dalla Primavera ai massimi livelli: Del Piero viene così ceduto alla Juventus e ben presto si ritroverà a fare da sostituto a Roberto Baggio. In forza alla nazionale Under 21 di Cesare Maldini, contribuisce ai successi nel Campionato europeo del 1994 e del 1996.
Nel 2001 diventa il capitano della Juve, squadra di cui detiene il primato assoluto di gol e di presenze, e i suoi successi lo portano a diventare anche il terzo miglior marcatore italiano di sempre, preceduto solo da Silvio Piola (364 gol) e da Giuseppe Meazza (338).
Nel 2004 è stato incluso nella FIFA 100, un elenco dei 125 migliori calciatori viventi. In Nazionale ha totalizzato 91 presenze e 27 reti, partecipando a tre Mondiali e quattro Europei.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]
3 commenti