Francesco Testi non è gay (e querela la Ferilli)

Pubblicato il


A giugno ci eravamo occupati di alcune dichiarazioni rilasciate da Sabrina Ferilli in merito allo stretto rapporto tra Francesco Testi ed Alberto Tarallo, il produttore della fiction che stavano girando assieme. Affermazioni che avrebbero anche dovuto smentire le voci su una loro presunta relazione dopo la pubblicazione da parte dei giornali scandalistici di alcuni scatti che li ritraevano assieme.
Dopo un silenzio durato sino alla fine delle riprese, Fracesco è tornato a parlare dell'argomento in un'intervista pubblicata da Vanity Fair. Dopo aver negato di aver avuto rapporti intimi con il produttore, ha affermato di essere pronto a portare in tribunale gli sms ricevuti dall'attrice per provare che tra loro ci sia davvero stata una relazione.
Rivoltosi alla Procura di Bergamo, infatti, ha sporto querela nei confronti della Ferilli, sostenendo che «la sua dichiarazione è malevola, sibillina: induce a pensare che io abbia un rapporto intimo con Alberto Tarallo, insomma che sarei omosessuale. Non avete idea di quanto possa essere crudele il mondo dello spettacolo».
Ciò nonostante, ai tempi dei fatti le riprese di "Baciamo le mani" erano andate avanti, ma non senza qualche malumore: «Ho cercato di salvare il mio lavoro -ha affermato Francesco- Ho assistito in silenzio alla farsa di Sabrina che tornava a Roma per farsi fotografare affettuosa con Flavio Cattaneo il giorno del suo compleanno. Potevo solo ingoiare il rospo e arrivare alla fine delle riprese: questo è il mestiere che mi dà da vivere».
L'attore sostiene anche che la decisione di rivolgersi ad un tribunale non sia stata la prima strada scelta: «Le ho persino dato la possibilità di rettificare le sue parole: non ha voluto. Insinuare che io sia gay, evidentemente, era l'unica arma a sua disposizione per far credere a Cattaneo che tra noi non ci può essere stato nulla».

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]
4 commenti

Posta un commento