I coming out celebri del 2012

Pubblicato il


Nel corso del 2012 si sono registrati molti coming out anche da parte di personaggi celebri. Un gesto che non è solo gossip, ma ha anche una grande valenza data la loro visibilità: il loro dichiararsi gay può spesso aiutare i più giovani a non sentirsi soli o spingere i loro fan ad una riflessione sul tema (sfatando spesso quegli odiosi stereotipi attribuiti alla comunità lgbt).
L'apprezzamento per il loro gesto, però, è doppiamente da sottolineare anche dato il rischi che può comportare: la storia è ricca di esempi di celebrità che hanno visto la propria carriera sfumare per via del proprio orientamento sessuale. Ma, proprio grazie al continuo arrivo di nuovi coming out, questo tipo di ritorsioni appare sempre meno frequente.


Paul Babeu è lo sceriffo 43enne della contea di Pineal (Stati Uniti) che ha dovuto dichiarare la propria omosessualità dopo che il Phoenix New Times ha pubblicato alcune sue foto in compagnia dell'amante, un immigrato clandestino di origini messicane. Lo scandalo che lo ha travolto, però, non riguardava tanto il suo orientamento sessuale, quanto il suo essere fidanzato con un clandestino nonostante tutte le sue affermazioni a sostegno di una più dura lotta contro l'immigrazione clandestina.

L'attore statunitense Matt Bomer ha deciso di fare coming out nel corso della cerimonia di premiazione per gli Steve Chase Humanitarian Awards. In quell'occasione ha anche ufficializzato la sua relazione con il suo manager, Simon Hall.

La chef Anne Burrell è nota al pubblico italiano grazie alla trasmissione di Real Time "I peggiori cuochi d'America". Il suo non è stato un vero e proprio coming out, dato che nell'ambiente tutti conoscevano già le sue preferenze. Nel corso del 2012, però non ha smentito le domande al riguardo che le venivano rivolte dai media, pur proseguendo nella sua intenzione di mantenere privata la sua vita al di fuori dai set televisivi.

Anderson Cooper è un noto conduttore della CNN. La sua scelta di fare coming out e di confermare le voci che da tempo lo riguardavano si è scontrata con la sua riservatezza: «Ancora mi considero una persona riservata e spero che questo non significhi la fine di una piccola quantità di spazio personale. Ma io credo che la visibilità sia importante» ha dichiarato.

Il portoricano Orlando Cruz è stato il primo pugile professionista ancora in attività ad aver scelto di fare coming out. Nel corso di un'intervista ha così commentato la sua decisione: «Sono molto felice. Sono libero. Sono felice che mi rispettino. Questo è quello che voglio: che mi vedano come un pugile, come atleta e come uomo in tutti i sensi della parola. È stato il mio momento, la mia occasione, il mio caso... e ho vinto».

Il cantante degli Union J, Jaymi Hensley, ha recentemente scelto di dichiararsi gay. Noto per aver partecipato ad X-Factor Uk, è stato spinto al coming out da una lettera di una sua fan che gli chiedeva se fosse gay o meno.

Dopo alcune fumose affermazioni dell'anno precedente, il cantante Mika ha scelto di dichiararsi: «Mi chiedete se sono gay, io vi rispondo di sì. Mi chiedete se le mie canzoni parlano di relazioni con uomini? Io vi dico sì. Ed è solo attraverso la mia musica che ho trovato la forza di venire a patti con la mia sessualità al di là dell'argomento dei miei testi. Questa è la mia vita reale».

L'attore Andrew Rannells, noto per il suo ruolo nella serie televisiva "New Normal", ha fatto coming parlando delle sue difficoltà nel compiere tale gesto: «Fare coming out può essere molto complicato, soprattutto quando in mezzo c'è la famiglia, gli amici e magari si ha già una fidanzata».

L'attore 19enne Ezra Miller, interprete di film come "Afterschool" e "City Island", ha fatto coming out. Nell'occasione ha affrontato anche il tema del bullismo omofobico, raccontando alcuni episodi da lui vissuti in prima persona.

L'attore Jim Parsons, conosciuto soprattutto per la sua interpretazione di Sheldon Cooper nella sitcom "The Big Bang Theory", ha fatto coming out in un modo un po' particolare: nel corso di un'intervista è stato lo stesso intervistatore a dar per scontata la sua omosessualità, mentre da parte dell'attore non c'è stata alcuna negazione a quanto affermato nella domanda.

L'attore italiano Lorenzo Balducci ha fatto coming out nel corso di un'intervista a Il Venerdì di Repubblica. In quell'occasione si ritrova anche a dover parlare dello scandalo che ha travolto il padre, Angelo Balducci (il dirigente pubblico finito sotto indagine insieme a Guido Bertolaso per l'inchiesta degli appalti del G8 alla Maddalena): alcune intercettazioni del 2010 lo mostrarono come frequentatore di in un giro di prostituzione maschile che fa capo al Vaticano, "il coro di San Pietro".

Il giornalista televisivo Alessandro Baracchini si è dichiarato con estrema naturalezza in diretta televisiva. Nel corso di un collegamento con i conduttori di "Un giorno da pecora", ha commentato le parole di cassano affermando: «Lui quelli come me non li vorrebbe in nazionale».

La pallavolista Stacy Sykora si è dichiarata dalle pagine di un sito web dedicato alla pallavolo. Dopo essere miracolosamente sopravvissuta ad un terribile incidente stradale, ha dichiarato: «Ho i miei pregi e le mie debolezze -spiega- e così come non mi nascondo più in campo non lo faccio più nemmeno nell'amore: ho una ragazza, e con lei sto davvero bene; mi dispiace se qualcuno può storcere il naso e non accettare la mia omosessualità, ma io sto bene con lei ed è questo l'importante. Prima dell'incidente era già successo di avere delle fidanzate, ma un tempo tendevo a nasconderlo: questa è la prima volta che lo ammetto così».
1 commento

Posta un commento