Francia: cattolici ed estrema destra in piazza contro le nozze gay. Affluenza minore delle aspettative

Pubblicato il


Secondo gli organizzatori, sono circa mezzo milione (120.000 per le forze dell'ordine) i manifestanti che hanno preso parte ai cortei organizzati in Francia per dire di «No» a matrimoni ed adozioni per le coppie gay. L'obiettivo dell'iniziativa, fortemente appoggiata dai cattolici, dai mussulmani e dalla destra conservatrice, era di portare in piazza oltre un milione di persone, in modo da far piegare il governo e tentare di bloccare la norma. Un dato sottolineato anche da Marisol Touraine, ministro degli Affari sociali, secondo cui i manifestanti sono stati chiaramente «meno di quanto speravano gli organizzatori».
Curioso è anche come molti organi di informazione italiani vicini alla Chiesa (a partire dal Tg1 e da Libero) abbiano scelto di proporre la notizia come un grande successo del fronte del «no», preferendo sorvolare sull'obiettivo mancato e sulla partecipazione minore delle aspettative.
Secondo un sondaggio di LH2 commissionato dal giornale Le Nouvel Observateur, i francesi sono per il 53 per cento favorevoli alle nozze gay e al 50% contrari all'apertura verso le adozioni.
Il provvedimento comincerà ad essere discussa in Parlamento il 29 gennaio.
5 commenti

Posta un commento