Il Papa si è dimesso

Pubblicato il


Benedetto XVI lascerà il suo pontificato il prossimo 28 febbraio. Lo ha annunciato lui stesso durante il concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto.
«Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio -ha affermato Ratzinger- sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l'età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino. Sono ben consapevole che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando. Tuttavia nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di San Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell'animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato».
Le dimissioni entreranno in vigore alle ore 20 del 28 febbraio, a sette anni, dieci mesi e nove giorni dalla sua elezione (19 aprile 2005). Il Conclave per l'identificazione del suo successore potrebbe tenersi nel mese di marzo.
3 commenti

Posta un commento