36 anni fa si svolse la prima marcia di Washington per i diritti lgbt



La National March on Washington for Lesbian and Gay Rights fu una grande manifestazione politica che si tenne a Washington DC il 14 ottobre 1979. Tra i 75.000 e 125.000 attivisti marciarono per le strade della capitale rivendicando pari diritti civili e sollecitando il passaggio della legislazione di protezione dei diritti civili.
La marcia servì anche a nazionalizzare movimento gay, sino ad allora focalizzata sulle lotte locali.
Nell'occasione si tennero anche tre giorni di workshop con eventi artistici, sessioni di strategia, focus group su temi specifici legati alle donne e alle minoranze all'interno della comunità LGBT, coordinamento locale, religione e altre questioni. Il lunedì successivo si diede vita al Constituent Lobbying Day, un evento che coinvolse oltre partecipanti che tentarono di contattare tutti i membri del Congresso per esprimere il proprio sostegno alla legislazione sui diritti dei gay. I partecipanti hanno incontrato successo circa cinquanta senatori e più di 150 membri della Camera dei rappresentanti.


In occasione dell'anniversario di quella marcia, il team di Stampaprint (azienda europea nel settore del web to print che si occupa di stampa e grafica pubblicitaria) ha realizzato un'infografica dedicata ai Pride più importanti del globo nel 2015, con accenni storici e dati che riassumono i movimenti su scala mondiale.

2 commenti