Altri due coming out nello sport



Dopo il coming out dell'allenatore Mason Darrow, è sempre dal mondo dello sport che ci giunge notizia di altri due importanti atleti che hanno deciso di venire allo scoperto e di dichiararsi pubblicamente gay.

Il pattinatore statunitense Adam Rippon, medaglia d'argento al campionato statunitense, ha deciso di parlare della sua sessualità dalle pagine della rivista Skating. In quell'occasione ha dichiarato: «Essere gay non è una cosa che mi definisce. Ciò che mi definisce è quello che mia mamma mi ha sempre insegnato, ossia il trattare tutti con rispetto, essere sempre un gran lavoratore e cercare di essere sempre gentile».
Ed ancora: «Siamo nel 2015 e sempre più atleti sono disposti ad essere visibili, ed è parte della cultura l'essere aperti su chi sei e quali siano i tuoi interessi. Le persone sono certamente interessate a tuo orientamento sessuale. La gente ama le voci. Quando gli atleti escono e dicono di essere gay, rendono il coming out un po' più "normale" e meno spettacolare, soprattutto nella comunità atletica».

Nel vecchio continiente, invece, è il marciatore britannico Tom Bosworth ad aver fatto coming out durante la sua partecipazione allo show di Victoria Derbyshire sulla BBC. «Sono a mio agio con la mia sessualità e ho una relazione da quattro anni e mezzo -ha dichiarato- ma in vista delle Olimpiadi di Rio non volevo che la notizia del mio coming out, se resa pubblica in quei giorni, avrebbe potuto costituire una distrazione per le persone vicine a me».
Bosworth ha anche raccontato come in passato sia stato stato vittima di omofobia a scuola e nello sport, ricevendo però un importante appoggio da parte degli amici e della famiglia.
Commenti