Creazionista cita la genesi per sostenere che dopo il matrimonio egualitario potremmo abbandonare l'uso dei vestiti



Il fanatismo religioso spesso porta avere e proprie aberrazioni del pensiero, ma il creazionista Ken Ham pare aver superato ogni limite durante un suo intervento trasmesso da una radio cristiana statunitense. L'uomo ha infatti dichiarato che dopo l'approvazione del matrimonio egualitario si potrà smettere di vestirsi perché si è deciso di contraddire la Genesi:

La dottrina del matrimonio si basa sulla lettura letterale della Genesi. Se quella storia non fosse vera, se non ci fosse realmente stato un Adamo e una Eva, allora quale sarebbe il matrimonio? Perché dovrebbe essere solo tra un uomo e una donna? È riservato all'unione fra un un uomo e una donna perché Dio ha inventato il matrimonio... e l'ha inventato quando ha celebrato il primo matrimonio, tra Adamo ed Eva. L'origine dell'abbigliamento è contenuto proprio lì nella Genesi. Quindi, se si abbandona una lettura letterale della Genesi sul matrimonio e si inizia a dire che il matrimonio può essere celebrato tra due uomini, due donne o quello che volete, anche perché non dovremmo smettere di utilizzare i vestiti?
4 commenti