E scamarcio si fa i selfie con Buonanno...



È il legista Buonanno ad aver diffuso sui social network un selfie che lo ritrae con l'attore Riccardo Scamarcio. I due si mostrano sorridenti dinnanzi all'obiettivo della fotocamera, anche se una simile circostanza getta molte ombre su un'attore che sia disposto a farsi immortalare a fianco di un personaggio così discutibile e noto esclusivamente per le sue buffonate in parlamento, per il suo razzismo e per la sua omofobia.
Nel 2010 Scamarcio recitò nella parte di un gay nel film "Mine vaganti" di Ferzan Özpetek, anche se già ai tempi fece abbastanza discutere come si precipitò dai giornalisti per dichiarare che si era sentito a disagio nell'interpretare un gay. «Volevo morire per l'imbarazzo -disse- Ho fatto uno sforzo sovrumano per essere credibile. Spero che il pubblico apprezzi».
Migliaia di attori gay ogni giorno interpretano personaggi etero senza provare alcun imbarazzo e senza sentire il bisogno di prendere le distanze da quei personaggi, sottolineando come simili sentimenti dipendano perlopiù da una chiusura mentale di chi non è disposto a confrontarsi con la normalità di un rapporto d'amore fra due uomini. Oggi che lo incontriamo abbracciato a Buonanno, forse comprendiamo meglio il perché di quelle parole.
Certo è che, confrontando le sue situazioni, sarebbe grave provare imbarazzo nell'interpretate un gay e sentirsi a proprio agio nel farsi fotografare con Buonanno...
9 commenti