Ha debuttato la versione italiana dell'isola di Adamo ed Eva



Alla fine l'attesa è finita. Ieri sera Deejay TV ha trasmesso i primi due episodi dell'edizione italiana de "L'Isola di Adamo ed Eva - Alle origini dell'amore". La programmazione ha rispecchiato la consuetudine, con una versione maggiormente censurata in prima serata e la versione "XXX" in onda dopo 23. Peccato che, a discapito del nome, non si tratti comunque di una versione non censurata ma semplicemente di un'edizione meno censurata (con variazioni che riguardano esclusivamente le concorrenti femminili, così come notato anche dal prestigioso TVBlog). Tutti gli episodi saranno visibili anche su DPlay, la piattaforma video del gruppo Discovery Channel.
Stando ai titoli di coda, le riprese sarebbero state effettuate sull'isola croata di Mljet, nella Dalmazia meridionale.

Il format propone un reality incentrato sulla ricerca dell'anima gemella, in cui un Adamo e una Eva si conoscono su una spiaggia selvaggia senza trucchi, senza inganni e senza vestiti. Ma la tentazione sarà sempre in agguato dato in ogni puntata ci sarà almeno un cuore spezzato. A rendere frizzante il tutto è una conduttrice d'eccezione come Vladimir Luxuria, capace di un'intelligente ironia difficilmente vista nelle edizioni del resto d'Europa.
Anche la presenza di concorrenti italiani appare come un valore aggiunto, con connotazioni che li rendono più vicini al nostro vissuto. Non sono però mancati gli stereotipi regionali (rappresentati dal romano, dal milanese o dal napoletano), così come evidente è stata una certa aggressività dinnanzi al rifiuto che pare sia stata interpretata come un'offesa all'italica mascolinità.

Parlando degli Adamo (non me ne vogliano le due Eva) nel primo episodio si è vista la discesa in campo di Emanuele (31 anni da Roma) e Stefano (26 anni da Milano). Da segnalare anche qualche sbavatura nell'applicazione dei bollini con alcuni fotogrammi in cui pare che qualcosa sia sfuggito alla mano nel censore, anche se spesso si tratta di dover cercare forme in mezzo a qualche pixel sfuocato.
Nella seconda puntata, invece, i due concorrenti maschili erano il napoletano John e il ballerino Charles. I due si sono cimentati anche in una sfida di lotta a corpo libero dalle forti connotazioni omoerotiche. In questo caso, però, pare che i montatori non si siano lasciati sfuggire nulla (e sarebbe interessante capire se il bollo enorme utilizzato per John sia il frutto di una certa prudenza dei censori o se si debba desumere qualcos'altro, ndr).


Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] [40] [41] [42] [43] [44] [45] [46] [47] [48] [49] [50] [51] [52] [53] [54] [55] [56] [57] [58] [59] [60] [61] [62] [63] [64] [65] [66] [67] [68]
8 commenti