"Nel dubbio l'ombra" di Calogero Pirrera



Valerio Carbone è un aspirante scrittore ed editor fidato di Fabio Tong, uno scrittore italo-cinese di romanzi erotici che viene ritrovato morto nel suo appartamento dell'Esquilino.
Inizia da qui il racconto di "Nel dubbio l'ombra", un romanzo noir ambientato nella Roma odierna che ci condurrà lungo una lunga serie di ricerche e pedinamenti. Ma Valerio sarà sviato anche da alcune nuove esperienze che lo riporteranno nel passato, come l'incontro con un intrigante commissario di Polizia, mentre altre lo distrarranno, come alcune particolari “feste” a cui si troverà a prendere parte.
Riuscirà così ad arrivare molto vicino alle sue verità, quelle legate ai suoi sentimenti e alle profonde inquietudini che crede di vivere, solo quando, dopo anni di distacco, rincontrerà il suo unico fratello Mattia, con il quale nell'infanzia ha condiviso un irrisolto momento di dolcezza. Sarà il fratello infatti a ricordargli alcuni episodi della sua vita che gli faranno dimenticare la voglia di morire, oltre a dargli la possibilità di fare luce sulla propria esistenza.

Il romanzo è firmato da Calogero Pirrera, uno storico dell'arte e vive a Roma. Ha all'attivo pubblicazioni in ambito storico-artistico e scrive per alcune riviste del settore. Nel 2011 ha pubblicato un racconto nell’antologia Miele e Latte sotto la tua Lingua. Sensuali latenze dell'eros multietnico (Compagnia delle Lettere, Roma). Nel dubbio, l'ombra è il suo primo romanzo.
Commenti