Gli appuntamento dei XVI Transgender Day of Remembrance



Il 20 novembre si celebra il "Tdor" (Transgender Day of Remembrance), una giornata dedicata al ricordo di tutte le vittime cadute o segnate dalla transfobia. La manifestazione venne introdotto da Gwendolyn Ann Smith in ricordo di Rita Hester, il cui assassinio nel 1998, avvenuto a ridosso della data in cui si celebra la ricorrenza, diede avvio al progetto web "Remembering Our Dead" e nel 1999 a una veglia a lume di candela a San Francisco. Il racconto della sua morte sui giornali dimostrò come i media fossero incapaci di raccontare l'episodio, Rita venne chiamata al maschile, la stampa titolò dell'uccisione di «un travestito». Da lì l'esigenza di raccontare al mondo cosa significhi essere una persona transgender.

Molti sono gli eventi che sono stati organizzato anche in Italia. A Terni l'associazione Esedomani Terni ha organizzato un appuntamento aperto alla cittadinanza per far conoscere le dinamiche relative al transgenderismo, in generale, e alla transessualità, nello specifico. Alle ore 16:30, presso la biblioteca comunale di Terni, si terrà dunque l'incontro dal titolo "T come Transgender": un dibattito informale con intervista, relativa alla tematica, a tre ragazzi transgender. All'incontro sarà presente anche dottoressa Vania Tomassoni, la quale offrirà al pubblico un intervento mirato ad introdurre la questione trans.
A Padova sarà Arcigay Tralaltro a celebrare l'appuntamento con la proiezione del film "Metamorfosi" di Paolo Lipartiti. La pellicola ripercorre la storia di Miki e Stefania e il loro riaffermare con forza lìesigenza di essere riconosciuti nel genere sessuale nel quale si identificano e non in quello biologico in cui sono nati. Verranno così ripercose le vicende che hanno scandito il loro percorso di crescita, di consapevolezza e di transizione, fino alla decisione sofferta ma liberatoria di riassegnazione chirurgica, di autodeterminazione dei loro corpi. L'appuntamento è per martedì 24 novembre alle 20.30 presso il Cinema Astra (Via Aspetti 21 a Padova).
A Foggia l'appuntamento è per domenica 22 novembre alle 18 presso il Cenè di Piazza De Carolis 9, dove il comitato territoriale di Arcigay organizza una serata di riflessione intitolata "One day in your life". Nel mondo, negli ultimi 7 anni sono stati documentati 1700 omicidi di natura transfobica. E solo pochi giorni fa in Italia, a Napoli, Rosa Rubino è stata picchiata selvaggiamente dai suoi quattro fratelli finendo in ospedale. La serata prevederà così tre interventi di tre persone che hanno attraversato il percorso da un genere all'altro e hanno vinto la propria battaglia contro gli stereotipi e lo stigma.
A Genova l'appuntamento è per questa sera, alle 21, presso la presso la Casa delle Donne di Salita del Prione. L'associazione Rainbow Pangender Pansessuale Gaynet Genova organizza una commemorazione laica per il Transgender Day of Remembrance, la giornata della commemorazione delle persone transgender uccise dall'odio e dal pregiudizio. L'evento è patrocinato dal Comune di Genova e dall'assessorato alla Legalità e ai Diritti del Comune.
A Torino è stata organizzata una lunga serie di eventi che culmineranno il 21 novembre con una marcia che partirà alle ore 16.30 da Piazza Vittorio Veneto. A Milano, presso la Casa dei Diritti, il Circolo culturale TBGL Harvey Milk organizzererà un dibattito sul tema della transfobia, al quale seguirà un candlelight in ricordo delle vittime. Interverranno Nathan Bonnì, Laura Caruso e Gianmarco Negri; introdurrà Monica Romano. A Palermo, questa sera a partire dalle ore 21, sarà possibile assistere alla proiezione di un film e al dibattito con Alessandra Barone (Miss Trans Europa 2015)presso i locali di Amnesty International, in via Benedetto D'Acquisto n. 30.

Gli attiviste e le attiviste de L'Aquila si troveranno alle 15.30 a Tornimparte per far visita alla tomba della compagna Manuela Di Cesare, transessuale assassinata nel 2007; a Siena, alle 19,30 alla Corte dei Miracoli (via Roma 56) è in programma l'evento "Vite in transito" con testimonianze di persone transessuali e transgender; a Taranto in Piazza Maria Immacolata alle 21 è un programma un flash mob con candele in ricordo di tutte le vittime della transfobia; anche la comunità LGBT di Roma commemorerà le vittime di transfobia attraverso una fiaccolata: appuntamento alla Gay Street (via San Giovanni Laterano) alle 23; a Bologna, Arcigay "Il Cassero" e Arcigay "Matthew Shepard" partecipano alla fiaccolata organizzatadal Mit (Movimento Identità transessuale) alle 18,30 in piazza San Francesco; a Rovigo l'appuntamento per la commemorazione è fissato per le 21,30 alla sede del CSV in viale Tre Martiri; allo spazio sociale Ex lavatoio in Corso Garibaldi ad Isernia, gli attivisti e le attiviste della costituenda Arcigay Molise terranno alle 16:30 una conferenza sul transessualismo con esperti; a Perugia un banchetto informativo sarà presente dalle 17 alle 20 in piazza della Repubblica, dove è in programma anche una fiaccolata per ricordare le vittime della transfobia. Arcigay Cuneo con il supporto di Agedo e Associazione Bianconiglio effettuerà alle 17,30 un flash-mob nel centro cittadino, con letture e testimonianze; a Pavia il ritrovo è fissato stasera alle 21 in piazza Vittoria 21 nella sala Quartiere Centro per un dibattito sul transessualismo.

Domani, sabato 21 novembre, le iniziative proseguono a Bergamo dove il Gruppo Giovani di Arcigay organizza alle 15 l'incontro "le persone transessuali hanno diritto alla felicità" presso la Sala ToolBox della Cgil. Sabato 28 novembre a Mantova, nella sede Arci Tom via piazza Benetollo, Arcigay "La Salamandra" mette in programma lo spettacolo "Mi chiamo Egon. Diario di un uomo transessuale".
Commenti