Il Vietnam ha approvato una nuova una legge sui diritti delle persone trans



Il Vietnam ha approvato una legge che riconosce legalmente le persone transgender e ha rimosso il divieto alle operazioni per la riattribuzione chirurgica del sesso. La norma è stata votata da oltre l'80% dei parlamentari ed entrerà in vigore il 17 gennaio 2017.
Grazia alla nuova normativa, coloro che hanno un intervento chirurgico per il cambio di sesso potranno veder riattribuito il sesso anche nei documenti e potranno godere di diritti personali in conformità con esso.
Attualmente in Vietnam vivono circa 270mile persone transgender, molti dei quali si recano nella vicina Thailandia per le operazioni.
L'Assemblea nazionale ha detto che la nuova legge vuole essere un tentativo di «soddisfare le richieste di una parte della società in conformità con la prassi internazionale e senza contrastare le tradizioni della nazione». Inoltre «le persone trangender potranno eseguire il cambiamento di sesso, con accessibilità e sicurezza, direttamente in Vietnam. Si tratta di un importante passo avanti nel riconoscere l'esistenza e l'uguaglianza delle persone transgender».
Secondo un sondaggio realizzato nel 2014, quattro persone transgender su cinque hanno il desiderio di poter accedere ad una riassegnazione chirurgica del sesso. Di questi l'11% aveva effettuato un intervento chirurgico al di fuori del Vietnam .
Omosessualità e disforia di genere sono ancora un tabù in Vietnam, ma negli ultimi anni il Paese sta compiendo passi da gigante in tema di diritti lgbt. Il divieto alla celebrazione di matrimonio gay è stato rimosso all'inizio di quest'anno, anche le unioni omosessuali rimangono tutt'ora non riconosciute dalla legge.
2 commenti