Un giornale cristiano statunitense chiede che La Mecca sia rasa al suolo



L'amorevole redazione cristiana di World Net Daily ha proposto una soluzione al terrorismo alquanto curiosa: radere al suolo La Mecca. A sostenerlo è un articolo firmato dallo sceneggiatore televisivo Burt Prelutsky, il quale afferma:

La mia proposta politicamente scorretta è di eliminare l'Isis dalla faccia della terra attraverso uno sforzo congiunto con ogni altra nazione che ha minacciato o attaccato. Poi dobbiamo bombardare La Mecca ed eliminarla dalla faccia della terra, lasciando che i musulmani sappiano una volta per tutte che il nostro Dio è molto più potente e vendicativo contro il loro gracile dio.
[...] Sarà dura, ma ci è stato chiesto da oltre 1400 anni. È il momento. Io, per esempio, sono malato e stanco di vedere i bulli islamici che ci chiedono i soldi il pranzo e noi, come un branco di rammolliti che hanno paura della propria ombra, glieli consegnamo. Cosa ancora più terribile, diciamo di volerlo fare perché noissiamo brave persone e loro sono esseri umani come noi, a cui è capitato di essere un po' più affamati di noi.
[...] L'idea che noi occidentali possiamo rieducare i musulmani o mostrare loro un modo migliore di vivere è sciocco. Non solo odiano i nostri film o la nostra musica o il fatto che viviamo in un mondo post-IX secolo, è che odiano la nostra arte, la nostra cultura, la nostra tecnologia, i nostri valori giudaico-cristiani, la nostra tolleranza, il nostro trattamento delle donne, anche, per quanto ne so, il nostro amore per i cani. L'idea che possiamo civilizzare questi selvaggi è al di là del ridicolo. Sarebbe più facile di addomesticare i serpenti e li aumentare per il loro latte.

Il World Net Daily è un giornale conservatore nato nel 1997 a Washington. Nel corso della sua storia ha promosso una lunga serie di teorie cospiratitici (tra cui il sostenere che Obama sia un mussulmano giunto alla presidenza per distruggere il cristianesimo) ed è ovviamente stato in prima linea nel combattere l'approvazione dei matrimoni fra persone dello stesso sesso.
2 commenti