Esperimento sociale: leggi la Bibbia, la scambi per il Corano



C'è chi non ha perso tempo per strumentalizzare i morti delle stragi di Parigi, spesso cavalcando la paura per alimentare odio verso l'Islam. Si pensi anche solo a come Adinolfi si precipitò a commentare: «Conosco il mondo arabo e musulmano: la maggioranza di islamici non piange i morti di Parigi». E con lui tanti altri, tutti riuniti nel sostenere che il problema sia la religione e non l'integralismo. Ad esempio c'è Salvini che, con i corpi delle vittime ancora caldi, già chiedeva di rendere «i libri di Oriana Fallaci obbligatori in tutte le scuole». E da lì è stato un crescendo, con tanto di violente accuse al Corano anche a fronte di testi che sono parte integrante della tradizione cristiana.
Ed il problema è proprio lì: l'ignoranza riguardo agli argomenti trattati e la paura verso il diverso sono due elementi che rischiano di contribuire drammaticamente a spianare la strada verso una guerra di religione, spesso basata solo sul mero pregiudizio.
Per rimostrare questa tesi, due youtuber olandesi hanno condotto un esperimento sociale molto interessante. Dopo aver sottolineo alcuni versetti della Bibbia, hanno provveduto a cambiare la sovracopertina con quella del Corano. Ed è così che hanno chiesto ad alcuni passanti di leggere e commentare quei passi. Quasi all'unanimità, tutti hanno iniziato ad emettere sentenze contro la violenza contenuta nel Corano, sostenendo che la posizione della Bibbia su quei temi fosse molto più morbida. Peccato che quella fosse la Bibbia e non il Corano!

Clicca qui per guardare il video.
3 commenti