Il cardinal Müller, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, accusato di aver sottratto soldi alle indagini sui casi di pedofilia



L'arcivescovo tedesco Gerhard Ludwig Müller, attuale prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, è stato coinvolto in un nuovo scandalo finanziario legato al Vaticano.
Secondo quanto riportato dal quotidiano tedesco Bild, una perquisizione del suo ufficio avrebbe portato alla luce 20.000 euro in contanti nascosti dietro ad scatola di wuerstel. La somma proverrebbe da un fondo per le ricerche sugli atti di pedofilia all'interno della chiesa, e sarebbero stati prelevati da Müller per alcune sue spese private.
Gli investigatori finanziari del Vaticano erano entrati nei suoi uffici dopo che Mueller si era rifiutato di consegnare alcuni documenti. Ora, in virtù del ritrovamento effettuato, l'ex vescovo di Ratisbona è stato messo sotto inchiesta delle autorità vaticane.
Müller è considerato uno degli uomini più importanti della Chiesa Cattolica e uno stretto confidente del Papa.
2 commenti