La discussione sulle unioni civili tornerà in aula il 22 gennaio prossimo



La discussione in Senato delle Unioni Civili è stato finalmente calendarizzato: dopo la mancata promessa di chiudere l'argomento entro l'anno, si apprende che il progetto di legge tornerà in aula il 22 gennaio prossimo. Il 22 gennaio scadrà invece il termine per la presentazione degli emendamenti.
La decisione è stata presa dalla conferenza dei Capigruppo del Senato ed è stata annunciata via Twitter dalla senatrice Cirinnà.
Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay, commenta: «Accogliamo con positività la notizia della calendarizzazione del ddl sulle unioni civili per il prossimo 26 gennaio al Senato". È la prima volta che nel nostro Paese il dibattito sul riconoscimento dei diritti delle coppie formate da persone dello stesso sesso giunge al voto del Parlamento e questo sicuramente è un dato importante. Non dimentichiamo però né il ritardo con cui giungiamo a questa tappa né i motivi e gli argomenti che hanno prodotto questo grave ritardo. E non dimentichiamo nemmeno i continui rinvii che hanno caratterizzato il percorso di questo progetto di legge. Perciò il nostro ottimismo deve inevitabilmente fare i conti con una certa diffidenza. L'appello è che questo dibattito non si trasformi nell'ennesimo calvario, ma che si riesca a mettere al centro il benessere delle persone di cui la legge parla e a trattarle, finalmente, come cittadine e cittadini con pari dignità e diritti. Ai parlamentari che hanno chiaro il valore di questa battaglia chiediamo l'impegno a ottenere il miglior risultato possibile. Lanceremo una grande mobilitazione in tutto il Paese a sostegno del percorso verso l'uguaglianza e per i diritti, chiamando con noi tutti i cittadini e tutte le organizzazioni che vogliono una Italia più civile e più giusta».
4 commenti