L'Irlanda vieta la discriminazione anche nelle scuole confessionali



Il parlamento irlandese ha approvato un emendamento alla legge sulla parità di trattamento che prevedeva una deroga per gli istituti gestiti da una comunità religiosa. D'ora in poi anche le scuole e gli ospedali cattolici saranno tenuti al rispetto delle legge e non potranno più licenziare arbitrariamente insegnanti e medici sulla base del loro orientamento sessuale.
Il Senato aveva già approvato la riforma in precedenza. Ora la legge deve solo essere firmato dal presidente Michael D. Higgins.

Soddisfazione è stata espressa dalle assozioni lgbt del paese. «La legge è una componente importante che finalmente permetterà alle persone lgbt di non doversi più nascondere. Molti insegnanti attualmente hanno contratto un finto matrimonio proprio per non perdere il loro posto di lavoro», ha spiegato Sandra Iwrin del GLEN.
In Irlanda, infatti, la quasi totalità delle scuole è controllata dalla Chiesa Cattolica ed è quasi impossibile poter trovare un lavoro in un istituto pubblico. Si pensi, ad esempio, a come il 93% delle scuole elementari sia mani degli istituti cattolici.
3 commenti