Porto Rico riconosce la prima adozione ad una coppia di persone dello stesso sesso



La Corte di San Juan del Portorico ha approvato la prima adozione da parte di una coppia formata da persone dello stesso sesso.
L'iter giudiziario aveva avuto inizio nel lontano 2005, quando una coppia formata da due donne aveva avviato un procedimento per chiedere che la compagna fosse riconosciuta come madre legale della figlia biologica della partner. Nel 2013 la richiesta venne rifiutata, sostenendo che la legge imponesse le adozioni solo per coppie formate da persone di sesso opposto e, pertanto, la piccola venne resa orfana di una delle due sue madri. Lo scorso anno, però, il governatore Alejandro Garcia Padilla ha emesso un ordine esecutivo che permetteva allo stato di registrare civilmente le unioni fra persone dello sesso sesso e in cui si sanciva il divieto ad ogni discriminazione dell coppie lgbt in materia di adozione.
Il caso è dunque ritornato in tribunale ed ora la piccola ha finalmente due mamme anche dinnanzi alla legge.
Il segretario del ministero della Giustizia, Cesar Miranda, ha dichiarato che «questa decisione è una vittoria per il benessere dei bambini, che hanno anche il diritto di essere riconosciuti come figli di genitori, indipendentemente dal sesso».
Idalia Colón Rolón, segretaria presso il Dipartimento di Famiglia, ha poi auspicato che altre coppie di persone dello stesso sesso scelgano di seguire l'esempio delle due donne e che facciano richiesta di adozione. «Speriamo che sempre più persone s’interessino in questi bambini che hanno bisogno di essere cresciuti da genitori –ha dichiarato- stiamo cercando di eliminare i miti che affermano che le coppie dello stesso sesso non possono adottare. Abbiamo bisogno di famiglie disposte a dare amore».
1 commento