Studies on Hysteria



Si intitola "Studies on Hysteria" ed è un'incredibile video del 2012 scritto e diretto da Gabriel Borgetto, Matthias Bäuerle e Bernd Faaß.
Nato come filmato commerciale per i Colorado Denim, è come cortometraggio che nel 2013 si si è conquistato premi importanti come l'Art Directors Club, il New German Directors Showcase, il Porche New Ways Awards e il Beijing Film Accademy Audience Award. Ed effettivamente pare difficile prestare troppa attenzione quei pantaloni a fronte della storia raccontata.

Come spesso accade in questo casi, il consiglio è di interrompere la lettura e di gustarvi il filmato proposto a fine articolo, in modo da non guastarvi la sorpresa. Ma per chi preferisse il racconto didascalico, la storia ci immerge in un mondo in cui l'intera popolazione vive in completa nudità. Un ragazzo scopre un paio di jeans e decide di provarli: la sua diversità lo renderà un emarginato, mentre il potere religioso sarà in prima fila nel giudicarlo e nel fomentare odio nei suoi confronti. Il tutto sino ad un tragico epilogo.
Appare interessante notare anche come i ruoli siano stati invertiti rispetto alla comune morale, mostrandoci come il giudizio si basi spesso su meri stereotipi. E se da noi la nudità è vista come un qualcosa di peccaminoso, l'esatto opposto si verificherebbe se quella fosse la consuetudine dato che la questione non è tanto ciò che si fa, ma l'abitudine con cui quel gesto o quel comportamenti vengono interpretati.
È dunque una storia che appare attualissima ed adatta a raccontarci molti movimenti e molte posizioni a cui ancor oggi siamo costretti ad assistere.

Nel cast incontriamo Philip Wilhelmi (il protagonista), Moritz Berg (il prete), Falk Tröber (il fabbro), Michael Görgner (il locandiere) e Hannah Kobitzsch (l'unica ragazza che accetta quella diversità).

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] - Video: [1]
4 commenti