Il primo ministro delle Fiji invita le coppie gay ad abbandonare l'isola



Il primo ministro delle Isole Figi, Frank Bainimarama, ha scatenato indignazione per aver definito «spazzatura» il matrimonio egualitario e per aver invitato le coppie gay ad abbandonare l'isola per non fare più ritorno.
Il 61enne ha rilasciato tali affermazioni nel corso di un'intervista televisiva trasmessa da FBC TV, come risposta alla domanda di matrimonio avanzata da Shamima Ali, il capogruppo di un'organizzazione lesbica.
«Dite a Shamima Ali che non esiste il matrimonio omosessuale nelle Fiji -ha tionato- e mai ci sarà nel corso della sua vita né nel corso della mia». La sua teoria è che le norme anti-discriminazione contenute nella Costituzione non si riferiscano alle coppie alle coppie formate da persone dello stesso sesso.
L'omo ha poi aggiunto: «Se una donna vuole sposare la partner, vada in Islanda e resti lì. le Fiji non hanno bisogno di questa spazzatura».
Dal 2013 la Costituzione del Paese prevede una protezione esplicita contro la discriminazione basata sull'orientamento sessuale e l'identità di genere. Bainimarama ha però sostenuto che questo debba permettere uguali diritti alle coppie omosessuali. Di religione metodista, già due anni fa affermò che il matrimonio tra persone dello stesso sesso è da lui considerato «contro la fede religiosa» della popolazione. Ennesima dimostrazione di come la discriminazione nei confronti delle persone lgbt sia sempre motivata con ricorsi a presunti motivi religiosi, forse data l'assenza di argomentazioni laiche che possano permettere di sostenere simili tesi.
6 commenti