Tribunale cinese accoglie un ricorso contro il divieto ai matrimoni same-sex



Un tribunale ha accettato un ricorso di un uomo che ha denunciato il governo per aver rifiutato la sua domanda di matrimonio con un partner dello stesso sesso. Di fatto si tratta della prima discussione riguardanti i matrimoni fra persone dello stesso sesso che avrà luogo nel Paese.
La causa è citata intentata dal 26enne Sun Wenlin, in quale ha citato in giudizio l'ufficio degli Affari Civili di Changsha, capoluogo dell'Hunan. Il 23 giugno scorso aveva fatto domanda per poter sposare il suo compagno, ma ai due è stato detto che solo le coppie eterosessuali possono contrarre matrimonio solo le coppie eterosessuali. Da qui la causa presentata lo scorso 16 dicembre.
L'Human Rights Watch di New York sottolinea come «In Cina, i tribunali spesso rifiutano i casi politicamente sensibili e quindi il solo fatto che la causa sia stata accettata indica una qualche disponibilità dell'ufficiale nel voler affrontare la discriminazione nei confronti delle persone LGBT, il che è incoraggiante. Avremo però bisogno di attendere se effettivamente Sun vincerà la causa. Se accadrà, sarebbe davvero un momento di svolta per i diritti LGBT in Cina».
7 commenti