Unioni civili, presentati 6mila emendamenti di cui 5mila da parte della Lega Nord



Si sono chiusi i termini per la presentazione di emendamenti al ddl Cirinnà, totalizzando l'imbarazzante traguardo di 6.104 proposte di modifica. Nella lista ci sono tre pregiudiziali di incostituzionalità, due richieste di sospensiva e 14 gli ordini del giorno.
Il maggior numero di emendamenti è stato presentato dalla Lega Nord, con ben 5.228 proposte di modifica. 263 emendamenti sono giunti da Forza Italia, a cui si somma una questione pregiudiziale e nove ordini del giorno. Area Popolare ha depositato 261 emendamenti, una questione pregiudiziale e una richiesta di sospensiva. 76 gli emendamenti presentati dai Conservatori e Riformisti. Il Pd ha presentato 67 emendamenti e 5 ordini del giorno. Il solo Maurizio Gasparri risulta firmatario di circa 300 emendamenti.

Tra le proposte del Partito Democratico anche la proposta di introdurre curiose «verifiche e indagini» disposte dal giudice nel caso della stepchild adoption, autorizzate solo ed consistentemente se i genitori sono una coppia formata da persone dello stesso sesso. Ed è così che una famiglia eterosessuale verrà laciata libera di vivere la sua vita mentre quelle omogenitoriali rischiano di essere sottoposte a continui esami basati esclusivamente su una discriminazione nei confronti dell'orientamento sessuale dei genitori.
Un altro emendamento dei senatori democratici mira ad eliminare l'espressione «legame stabile affettivo di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale» in modo che la norma indichi la coppia quasi si trattasse di due amici o conveniti, negando qualunque dignità alla natura della loro relazione.
1 commento