Gli insulti di Formigoni, pronto un esposto da compilare e inviare alla Procura di Milano



Un esposto precompilato da inviare alla Procura di Milano per denunciare il tweet omofobo con cui Roberto Formigono ha gravemente insultato una parte dei cittadini. È questa l'iniziativa messa a punto dagli avvocati di Gaylex, Cathy La Torre e Michele Giarratano, dinnanzi a quella che rappresenta solo l'ennesima offesa gratuita si una politica che pare vole legittimare l'omofobia più becera e violenta.
«Non possiamo più permettere che un senatore della Repubblica, stipendiato da tutti noi, si permetta di offendere milioni di persone», dice La Torre.
Il 6 febbraio Formigoni ha scritto su Twitter: «Odore della sconfitta su #Cirinnà sta procurando crisi isteriche gravi su gay, lesbiche, bi-sessuali e checche varie. Non è bello, poverini». L'esposto chiede al Pm di accertare i fatti, di valutare eventuali reati, di individuare il responsabile e di procedere.
Trattandosi di un senatore che gode di immunità, La Torre non nasconde che: «in assenza di una normativa specifica sull'omofobia, sappiamo che è un'azione più simbolica che sostanziale». Eppure sono già state inviate oltre 3.000 copie della denuncia, utile a far comprendere che i gay e le lesbiche non sono più disposti a subire in silenzio vessazioni ed insulti gratuiti.

Dal sito di gayLex è possibile scaricare l'esposto e trovare tutte le informazioni sulle modalità per l'invio.
3 commenti