Russia. Una capra e una tigre sono stati accusati di aver infranto la legge sulla "propaganda gay"



Un deputato russo ha accusato la coppia di infrangere la legge sulla cosiddetta «propaganda gay» del paese. Peccato non si stia parlando di due persone ma di una tigre e una capra.
Il tutto ha avuto inizio quando la capra Timur è stata posta nel recinto della tigre siberiana Cupid, con l'intento di farla divorare dal felino. La tigre, però, ha deciso di saltarle addosso e fare amicizia con l'ovino. Il video che ha immortalato quel momento è divenuto presto virale, scatenando le ire dell'avvocato russo Alexei Krestianov.
L'uomo accusa i due animali di poter rendere gay i bambini russi, attraverso quella che lui definisce «una promozione dell'interesse verso rapporti sessuali non tradizionali». Sostiene anche che la loro «convivenza non tradizionale» sia «una intrusione nella vita privata dei cittadini minorenni e una propaganda omosessuale occulta, da intendersi come una imposizione dell'omosessualità».
Krestianov ha anche sostenuto che che: «Queste informazioni sulle relazioni non tradizionali possono avere un impatto negativo sullo sviluppo di un bambino, risvegliare il loro interesse verso rapporti sessuali non tradizionali, semplicemente perché non sono in grado di comprendere i rapporti sessuali naturali e propri tra adulti sani».
E se l'accusa sembra folle, in Russia può anche capitare che un Pubblico Ministero abbia accolto quella denuncia e sia ora impegnato in indagini volte ad appurare se la copertura mediatica di quell'evento sia da ritenersi in contrasto con le norme anti-gay introdotte da Putin.
3 commenti