Serena Marchi: «Io vi chiedo scusa»



La scrittrice Serena Marchi è etero, sposata e madre. Anche lei è in prima linea nel riconoscere che la parità di diritti non tolga niente a nessuno e che le famiglie gay meritino la stessa dignità riservata alla sua famiglia. Attraverso un messaggio pubblicato su Facebook, la scrittrice ha voluto chiedere scusa a tutte le famiglie offese dalle "argomentazioni" dietro cui qualcuno tenta di nascondere la propria omofobia.

Chiedo scusa a tutti i bambini adottati. A tutti quelli abbandonati e cresciuti da zie, nonne, maestre, suore, sconosciuti.Chiedo scusa perché in questi giorni, con la filastrocca del "legame biologico" e "la sacralità dei nove mesi di maternità" vi calpestano i sentimenti.Chiedo scusa a tutte quelle madri, donne e uomini che siano, che amano e fanno crescere i loro figli, nonostante tutto. Madri, comunque.Scusate, ma da adulta e madre biologica di un figlio di sei anni mi vergogno. E nel mio piccolo vi chiedo scusa.
Commenti