A differenza del Comune, la Provincia di Varese patrocinerà il Pride



Il Comune di Varese di Varese ha rifiutato qualunque ipotesi di patrocinio al primo Gay Pride di varese, peraltro affermando come la loro posizione sia verso la promozione dell'intolleranza attraverso un supporto istituzionale al pensiero unico di Gianfranco Amato, rappresentante per l'Italia di Advocates international e collaboratore dell'Alliance defense fund.
Fortunatamente, però, pare che la provincia abbia scelto una linea di maggior apertura e abbia deciso di non schierarsi dalla parte di chi crede che le istituzioni debbano privilegiare gli eterosessuali sino ad impedire la libertà di pensiero delle minoranze nel nome di una propaganda politica basata sulla legittimazione della discriminazione (sarà infatti la promozione dell'omofobia e della violenza la chiave di volta della campagna elettorale delle destre cittadine).
Il Gay Pride di varese avrà dunque il patrocinio della Provincia di Varese. «Siamo molto soddisfatti per questo riconoscimento da parte della istituzioni» hanno commentato gli organizzatori.
2 commenti