Da settembre ci sarà un trono gay a "Uomini e Donne"



Sono ormai anni che si parla di un possibile trono gay a "Uomini e Donne" e, se sino ad oggi Maria De Filippi aveva sempre deciso di non dar seguito a quelle richieste, pare che le cose presto cambieranno. Ad annunciarlo è la stessa conduttrice che, dalle pagine di Chi, afferma: «A settembre spariglio le carte. Ho in mente da tempo di fare un trono gay».
Par dunque che la nuova edizione verranno raccontate anche le storie d'amore,m i sentimenti e le passioni di coppie formate da persone dello stesso sesso. «Non cerco lo scandalo, ma la normalità di un amore vissuto nella sua piena quotidianità», ha aggiunto la De Filippi.
La notizia non è da sottovalutare dato che si tratta di un programma seguito quotidianamente da 2 milioni e mezzo di telespettatori, motivo per cui l'integralismo cattolico avrà la vita difficile nel cercare di raccontare menzogne e pregiudizi quando basterà sintonizzarsi su Canale 5 per appurare che quei sentimenti siano validi tanto quanto quelli degli eterosessuali. L'unica differenza è che le coppie etero potranno decidere di sposarsi mentre quelle gay cadranno nella spirale di discriminazione istituzionalizzata che nel migliore dei casi li vedrà relegati come «formazione sociale specifica».
Va anche detto che non si tratta di una prima assoluta dato che il formato spagnolo (in onda con il titolo di "Mujeres y hombres") ha da tempo introdotto un trono gay.
1 commento