La camera del Colorado e il senato del Vermont approvano il divieto alle terapie riparaitive



Due buone notizie arrivano dagli Stati Uniti. Il Senato del Vermont ha votato con grande margine di maggioranza un disegno di legge che vieta l'applicazione di quelle che vengono generalmente definite "terapie di conversione", vere e proprie torture praticate generalmente da enti religiosi che sostengono di poter "Modificare" l'orientamento sessuale di adolescenti gay e lesbiche.
Il provvedimento ha ottenuto l'approvazione preliminare con un voto di voce schiacciante. Ora passerà alla Camera per il voto finale.
Dal punto di vista scientifico, si tratta di teorie completamente prive di qualunque fondamento e spesso comportano un aumento di atti lesionistici e di propensione al suicidio per le vittime che si ritrovano fra le loro grinfie. Di contro, per la Chiesa Cattolica si tratta di un business molto redditizio, fonte di milioni di dollari di profitti in un giro di affari che è secondo solo al traffico di armi. Da qui l'opposizione delle lobby cattoliche, così agguerrite da essere riuscite a far vietare quelle pratiche solo sui minorenni (al compimento del 18° anno di età, ci si potrà dunque sottoporre a "terapie" che possono solo danneggiare la propria salute fisica e mentale).

Intanto anche la Camera dei Rappresentanti del Colorado ha approvato una norma simile per vietare la tortura dei gay. Attraverso un comunicato stampa, spiegano come «la cosiddetta 'terapia di conversione' comprende una serie di pratiche pericolose e screditate, volte a cambiare l'orientamento sessuale di una persona o a sopprimere l'identità di genere. Si basa sulla falsa affermazione che l'essere lesbiche, gay, bisessuali o transgender sia una malattia mentale che è necessario curala o modificarla. Ogni principale associazione professionale mentale e medica del Paese ha screditato tale pratica, anche se alcuni legislatori Colorado ripetutamente fatto affermazioni di cattivo gusto e scientificamente discutibili circa l'orientamento sessuale durante l'audizione commissione.

Confrontando LGBT Coloradans per alcolisti e tossicodipendenti, nel tentativo di affermare che le persone LGBT devono essere costretti a cambiare quello che sono, non è offensivo solo - è pericoloso. Giovani, LGBT Coloradans sono 6 volte più probabilità di tentare il suicidio rispetto ai loro coetanei dritto - non a causa di quello che sono - ma a causa del rifiuto, molestie, e commenti insensibili sentono ogni giorno. Sottoponendo i giovani del Colorado a terapia di conversione aumenta solo il rischio».
Ora il disegno di legge dovrà affrontare una dura battaglia in un Senato dominato dai conservatori.

Le torture verso i gay sono già vietate in tre stati (California, New Jersey e Illinois) e nei distretti di Washington DC e Cincinnati. In Italia tali pratiche sono state promosse da realtà come Avvenire, ProVita Onlus, Mario Adinolfi e l'arcivescovo Angelo Scola.
1 commento