Madre surrogata per Ronaldo. Ma è etero, quindi Adinolfi e camerati non hanno nulla da ridire



Sono già passati due giorni da quando TuttoSport ha pubblicato un articolo dal titolo "Madre surrogata per il secondogenito di Cristiano Ronaldo“ in cui si racconta che «la stella del Real Madrid avrebbe affittato un utero per avere un secondo bambino. La storia si ripete perchè 5 anni fa Ronaldo ebbe il suo primo figlio, Cristiano Junior, proprio con lo stesso metodo».
Basta osservare la rassegna stampa per notare come ci sia un'enorme differenza rispetto ai titoli che vengono riservati a Vendola: il calciatore viene descritto come «in dolce attesa», il politico viene etichettato come fautore di un «fascismo della mercificazione della vita umana». Libero dedico la prima pagina del suo giornale ad un attacco contro l'ex governatore della Puglia, ma nel caso di Ronaldo pare abbia sorvolato sulla notizia. Nel parlare dei figli del calciatore Il Giornale parla di «un grande dello sport, idolo di tanti ragazzi e uomini», quando si trattò del politico si cercò di legittimare la richiesta di arresto.
Due pesi e due misure sono state adottata anche dai vari Gandolfini o Adinolfi: nel confronti di Vendola sono ricorsi a indulti gravissimi contro di lui, il suo compagno e persino il bambino. nel caso di Ronaldo sono stati in silenzio come se non gli importasse nulla perché è evidente che i loro slogan devono colpire solo i gay e non certo un calciatore eterosessuale!
Nel mondo dell'integralismo cattolico in cui i bambini vengono usati come arma di propaganda politica, ecco che il nemico deve essere sempre l'altro. Togliere un diritto agli etero significherebbe togliere diritti a sé stessi e non è cero quello che questa gente vuole. E sicuramente nemmeno il benessere dei bambini gli è mai interessato, altrimenti non li troveremmo impegnati a costruirgli un futuro peggiore nel nome della loro convenienza politica e sulla base in cui alcuni minori vengono spogliati da tutele giuridiche al grido di «difendiamo i nostri figli».
5 commenti