Per la prima volta nella storia, un finalista di Mr Gay Belgio è musulmano



Si chiama Abdellah Bijat, ha 22anni ed è di origine marocchine. A far parlare di lui, però, è come per la prima volta nella storia un finalista di Mr Gay Belgio sia musulmano.
A spiegarci come tutto ciò non sia una contraddizione (e come la percezione dei mussulmani risulti spesso offuscato dalla propaganda politica di chi auspica una guerra di religione) è lo stesso Abdellah che spiega: «Nel Corano si dice che dobbiamo essere tolleranti e aperti. Ciò significa che bisogna rispettare gli altri, non importa quali siano le loro preferenze».
Riguardo alla sua speranza di poter richiamare il tema di accettazione durante la competizione, aggiunge: «Voglio dimostrare che 2016 sia un anno in cui si possa dimostrare la possibilità di convivenza fra culture diverse, tra cui l'Islam, al fine di vivere in pace. Inoltre dovrebbe essere anche l'ora che si accettino le persone così come sono».
La finale si terrà il 28 maggio ad Anversa, in Belgio.
1 commento