Anche i Pearl Jam annullano il loro concerto in Nord Carolina



Anche i Pearl Jam hanno deciso di cancellate il loro concerto che si sarebbe dovuto tenere il 20 aprile in Nord Carolina. Attraverso un comunicato scritto a mano, la band spiega la propria costernazione dinnanzi all'approvazione di una legge che impedisce qualunque contrasto alla discriminazione sul posto di lavoro. Ed è senza usare mezzi termini che non esistano a sostenere che la legge anti-gay voluta dai repubblicani sia da ritenersi «deprecabile perché incoraggia la discriminazione contro un gruppo di cittadini americani».
I Pearl Jam si aggiungono così alla lunga lista di artisti che ha deciso di annullare i propri concerti neegli stati in cui i repubblicani hanno approvato norme volte a discriminare gay e lebiche. Tra loro anche Ringo Starr, Bryan Adams, Bruce Springsteen e il Cirque du Soleil. Ma non solo. La band assicura anche che fornirà supporto economico ai gruppi che si stanno battendo per ottenere la cancellazione della legge HB2.
1 commento