Aumentano le denunce per omofobia



L'annuale report sull'omofobia stilato da Arcigay viene realizzato sulla base delle sole notizie apparse sui quotidiani a causa dell'assenza di qualche ente che si preoccupi di raccogliere i dati sulla base delle denunce effettuate alle autorità. È così che si è dinnanzi a numero sottostimati, nonostante la loro entità sia a dir poco drammatica.
A livello nazionale, il 2015 ha visto ben 93 vittime di omofobia, 36 persone omosessuali aggredite mentre erano da sole e 28 che hanno subito la stessa sorte mentre erano in coppia o in gruppo. Altre 23 persone lgbt hanno ricevuto minacce di morte, pesanti intimidazioni o gravissime discriminazioni, 4 sono state uccise, due si sono uccise ed una ha tentato il suicidio. E la situazione globale non appare in miglioramento rispetto ai due anni precedenti: nel 2013 si erano registrate 90 vittime, nel 2014 erano state 80.
Quello che però risulta in aumento è il numero di denunce, a fronte di una comunità che non appare più disposta a subire in silenzio e che non è disposta a lasciare i crimini impuniti pur di non dover rilavare pubblicamente il proprio orientamento sessuale.
Commenti