La Chiesa Cattolica norvegese non celebrerà più matrimoni civili per protesta contro i gay



La Chiesa Cattolica norvegese non celebrerà più matrimoni civili per protesta contro il matrimonio egualitario. Pare così definitiva la presa di posizione del cattolicesimo contro qualunque forma di rispetto e di dignità verso le coppie gay, ancor più se si considera come la presa di posizione giunga dopo la decisione della Chiesa luterana di Norvegia di celebrare unioni religiose fra persone dello stesso sesso.
Ed è proprio nel tentativo di prendere le distanze dai luterani, la Chiesa cattolica ha ora detto che chiederà il permesso del Vaticano per fermare l'esecuzione di matrimoni civili.
Per contestualizzare la decisione, si consideri come in Italia i matrimoni di religioni diversa da quella cattolica vengono contati come "civili" perché il ministero di culto religioso sostituisce, per accordo con lo Stato, l'ufficiale di stato civile. La stessa cosa accade in Norvegia. Così facendo i matrimoni dei cattolici norvegesi avranno solo un connotazione religiosa, ma nessun effetto civile (ad esempio non si avrà accesso alla pensione).
4 commenti