La Commissione Giustizia ha già respinto 430 emendamenti alla legge sulle unioni civili



Prosegue l'esame degli 889 emendamenti alle Unioni civili da parte della Commissione Giustizia della Camera. Sinora sono 430 le proposte di modifica analizzate e tutte sono state respinte.
Tra questo anche gli emendamenti della Lega Nord in cui si chiedeva l'abrogazione del riferimento alla «vita familiare» presente al comma 12 del testo.
La relatrice, Micaela Campana ha spiegato che questa dicitura non può essere tolta perché parte delle sentenze emesse della Corte costituzionale e dal Consiglio d'Europa. La negazione della «vita privata e familiare» sarebbe dunque un atto illegittimo, volto a negare i diritti costituzionali di una parte della popolazione sulla base di pregiudizi meramente propagandistici.
Domani la Commissione inizierà l'esame del comma 20, dove sono presenti gli emendamenti che chiedono l'abrogazione della stepchild adoption, così come emendamenti che prevedono l'estensione dell'adozione vera e propria anche alle famiglie formate da persone dello stesso sesso.
Commenti