La procura del Piemonte sice sì all'adozione del figliastro da parte di tre coppie di donne



La procura generale del Piemonte ha espresso parere favorevole alla richiesta di adozione dei figli del partner avanzate da tre coppie lesbiche. Ognuno dei bambini risulta figlio naturali di una delle componenti di ciascuna coppia, rappresentando una delle situazione tipica indicata dalla stepchild adoption.
Ed è infatti facendo riferimento alla previsione della legge Cirinnà che il procuratore Giulio Toscano ha motivato la sua decisione, attraverso una sentenza che potrebbe risultare un precedente significativo insieme a simili decisione già assunte da altre procure.

Marco Giusta, presidente di Arcigay Torino, ha commentato: «È con rinnovata fiducia nei valori costituzionali di equità e giustizia che apprendiamo la decisione del procuratore torinese Giulio Toscano di pronunciarsi a favore dell'adozione coparentale. Vedere un rappresentante dello Stato italiano schierarsi a favore dei diritti dei figli e delle figlie delle famiglie omogenitoriali, dà la stessa sensazione che prova un prigioniero innocente che finalmente riesce a togliere un mattone dal muro della cella e vede entrare aria fresca e luce nuova. Attendiamo ora con interesse e rispetto il pronunciamento della Corte d'Appello di Torino, fiduciosi che il fulcro della decisione sarà, come già espresso in altre sedi, l'interesse primario del minore».
1 commento