L'Istat rottama Linda Laura Sabbadini. Arcigay protesta: «Scelta incomprensibile e mortificante»



«Apprendiamo con sconcerto e profondo disappunto della rimozione di Linda Laura Sabbadini dalla direzione del dipartimento di statistiche sociali e ambientali dell’Istat. Una scelta incomprensibile, miope e profondamente mortificante». È quanto dichiara Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay.
«Sabbadini è nota a livello internazionale per la qualità e la passione del suo lavoro: a lei dobbiamo il primo rilevamento statistico italiano sulle coppie formate da persone dello stesso sesso, così come portano la sua firma le ricerche pioniere sui migranti e sulla violenza di genere. I numeri e le analisi che ogni volta Linda Laura Sabbadini ci ha consegnato hanno contribuito in maniera sostanziale ad accendere i riflettori su fenomeni e realtà da sempre condannati all'invisibilità. E proprio per questo alla studiosa sono stati riconosciuti premi e onorificenze di grande prestigio, che ne fanno una delle indiscusse eccellenze del nostro Paese. Allora davvero non si comprende quale logica si celi dietro la scelta di rinunciare al prezioso contributo di questa illuminata studiosa. Non solo: la sua rimozione, unita all'assenza di deleghe di Governo sul tema delle Pari Opportunità e del contrasto alle diseguaglianze, rischia di condannare nuovamente intere categorie sociali (donne, omosessuali, migranti) al cono d'ombra dal quale Sabbadini le aveva liberate. Non possiamo perciò non unirci alla vigorosa protesta che in questi giorni si sta sollevando su questo caso e chiedere a gran voce la valorizzazione del lavoro e delle competenze di Linda Laura Sabbadini attraverso un incarico che le permetta di dar seguito al suo prezioso lavoro».
Commenti