Su Radio Stonata arriva "Tra marito e marito"



Per la prima volta, una coppia gay conduce un programma radiofonico da casa, parlando e commentando i fatti della settimana. È questa l'idea che caratterizza "Tra marito e marito" in onda ogni venerdì alle 17:00 su Radio Stonata.
Lo station manager, Eugenio Ceriello, spiega: «L'idea è quella di entrare virtualmente a casa di Luca e Max, che seduti sul loro divano, o al tavolo del salotto, commentano i fatti della settimana. Proprio come fanno tutte le coppie, magari guardando un tg o un programma televisivo».
La scelta per quel ruolo è caduta su Luca e Max, una coppia da tantissimi anni che ha ufficializzato il proprio amore attraverso un matrimonio contratto all'estero. Ceriello non ha dubbi nell'affermare che si tratti di «un esempio di normalità che è necessario amplificare. Viviamo un periodo di forti contraddizioni, gli omofobi tendono a fare di tutto per negare diritti sacrosanti alle coppie gay, come se dare diritti ai gay li togliesse agli etero. Si fondano addirittura partiti per "proteggere" la famiglia dal pericolo delle unioni gay... Luca e Max sono una coppia splendidamente normale, sono diversi di carattere, sono molto divertenti proprio perche' si compensano a vicenda, e vogliamo dimostrare proprio la normalità che si vive in una coppia gay, specie a chi pensa che sia una cosa assurda e anormale».

Radio Stonata è da sempre sostenitrice dei diritti arcobaleno e già ospita una seguitissima trasmissione dal titolo "Gay Bar", in onda dal martedì al venerdì alle 18:00. «Una trasmissione di cui vado molto orgoglioso, condotta da Cristian Scarpone, che offre proprio tutti i colori della comunità lgbt, e realizzando alcune puntate che hanno spiegato in maniera molto semplici temi a molti poco chiari sulla comunità omosessuale -aggiunge Ceriello- Il nuovo programma di Luca e Max sarà diverso perché non tratterà tematiche lgbt ma tratterà temi comuni, di interesse generale, di cronaca, costume e spettacolo. La particolarità in questo caso non sta nel tema trattato ma nel chi lo tratta. Ci possiamo invitare virtualmente ogni settimana a casa di Luca e Max e osservare la loro quotidianità di coppia gay».
Commenti