Roma, Tribunale riconosce l'adozione incrociata ad una coppia formata da due donne



Continua a prevalere il bene suporemo dei minori sui pregiudizi degli integralisti. Il Tribunale per i minorenni di Roma ha infatti riconosciuto ad una coppia formata da due donne l'adozione incrociata di tre figli.
La questione era stata sollevata da Marilena Grassadonia, presidente dell'associazione Famiglie Arcobaleno, e Laura Terrasi, il cui matrimonio celebrato all'estero era stato trascritto dall'allora sindaco Ignazio Marino nel 2014. Data l'assenza di ricorsi presentati dalla Procura entro i termini previsti dalla legge, la sentenza è da ritenersi definitiva.
Come già avvenuto in due precedenti pronunciamento, i giudici stanno applicando quella stepchild adoption che la politica non ha avuto il coraggio di discutere e di approvare. Una norma che tutela i minori offrendo loro la sicurezza di due genitori senza che lo stato li renda orfani dinnanzi alla legge.
2 commenti