I sacerdoti gay della Chiesa di Scozia potranno sposarsi con i propri partner



Con 339 voti a favore e 215 contrari, l'Assemblea Generale della Chiesa di Scozia riunita ad Edimburgo ha approvato un provvedimento che permette al clero di poter sposare i propri partner dello stesso sesso.
È dal 2015 che la Chiesa di Scozia ha aperto le proprie porte a sacerdoti gay e lesbiche, anche se sino ad oggi era loro vietato potersi sposare. Al momento, però, ogni congregazione avrà la possibilità di decidere di non applicare tale decisione.

Negli ultimi anni si è assistito ad una progressiva diminuzione dei fedeli e un sondaggio condotto lo scorso aprile suggerisce che il 52% degli scozzesi di definisca ateo. A contribuire a tale dato è anche un atteggiamento della religione che spesso pare contravvenire con i più basilari diritti civili calpestati attraverso presunti dogmi di fede. In Inghilterra il clero anglicano può teoricamente essere apertamente gay, ma si chiede loro una completa astinenza sessuale. Le Chiese in Galles tendono ad essere più liberali su tali temi.
1 commento