Il video con cui i Testimoni di Geova vogliono indottrinare i bambini all'odio omofobico



«Le coppie omosessuali non andranno in paradiso». È questo il messaggio veicolato in un video prodotto dai Testimoni di Geova e destinato ad indottrinare all'odio i bambini attraverso inquietanti messaggi di stampo omofobico.
A preoccupare è anche come il gruppo religioso abbia investito ingenti somme di denaro per questa folle produzione, indice di come la difesa dei pregiudizi sia una delle loro priorità. Anzi, si spingono addirittura nel voler dire ai bambini che è compito loro genitorialità gay cercando di «cambiare» gli omosessuali. Tutto questo, come sempre, nel nome di Dio.

La protagonista del filmato è una bambina che racconta ad alla madre che una sua compagna di scuola è figlia di due mamme. La donna si mostra sconvolta dalla notizia e sfodera la sua Bibbia per citare un qualche versetto decontestualizzato volto a sostenere che Dio ami solo le coppie eterosessuali.
«Le persone hanno le proprie idee su ciò che è giusto e sbagliato, ma ciò che conta è cosa pensa Geova -dice- Lui vuole che siamo felici e sa come possiamo essere più felici. Ecco perché ha creato il matrimonio nel modo in cui lo ha fatto». Ed ovviamente poco dopo precisa che «il matrimonio è solo quello tra un uomo e una donna».
Si passa poi ad un esempio pratico: «È un po' come se qualcuno cercasse di portare qualcosa su un aereo. Che cosa succederebbe se qualcuno cercasse di portare qualcosa che non è consentito? È lo stesso con Geova! Lui vuole che noi siamo suoi amici e che viviamo in paradiso per sempre, ma dobbiamo seguire i suoi principi per arrivarci. Per arrivare là dobbiamo lasciare alcune cose alle spalle. Questo significa, qualsiasi cosa che Geova non approva. La gente può cambiare, è per questo che condividiamo il suo messaggio».
A quel punto la bambina dice di aver capito il messaggio e che il giorno dopo sarebbe andata dalla sua compagna per dirle che Geova non approva lo stile di vita dei suoi genitori.

Geova non approva, dicono. Certo. Nessuno oserebbe ipotizzare che le uniche persone a non approvare sono quei fanatici che lascerebbero morire i loro figli di leucemia sostenendo che Geova non voglia che possano essere curati con una trasfusione. Quella gente che si sente migliore solo perché giustifica ogni sua violenza attraverso un uso sconsiderato di versetti biblici decontestualizzatati e resi utili alla propria ideologia. Ma che ora vogliano mettere le mloro mani sui nostri figli per indottrinarli all'odio, è troppo!

Clicca qui per guardare il video.
23 commenti