Svizzera. La Camera dei cantoni ha approvato la stepchild adoption anche per le coppie gay



Per veder riconosciuti i diritti civili non serve andare lontano, basta semplicemente allontanarsi dal Vaticano. Ed è così che nella vicinissima Svizzera le coppie gay hanno accesso ad una Unione Domestica Registrata sin dal 2007, con diritti identici al matrimonio fatto salvo il diritto di adozione.
Ora un'ulteriore discriminazione è stata abbattuta dopo che la Camera dei cantoni ha approvato la stephild adoption che permette la tutela dei bambini attraverso la possibilità di adozione da parte del partner del genitore biologico. Si tenga presente che in Svizzera è già possibile l'adozione da parte di single (anche omosessuali) e la nuova norma garantirà due genitori ai bambini a cui sino ad oggi ne veniva riconosciuto uno soltanto. L'unico vincolo è che le coppie gay potranno adottare i figli del partner solo dopo il terzo anno di convivenza registrata.
3 commenti