L'Isis lapida un 16enne perché gay



I fatti sono avvenuti ad al-Mayadin, città siriana nella provincia di Deir Ezzor, dove il sedicente Stato islamico ha lapidato a morte un ragazzo di soli 16 anni perché ritenuto omosessuale. la condanna sarebbe stata eseguita come da prassi dinnanzi a decine di persone, come sempre invocando fantomatiche argomentazioni religiose dinnanzi a quell'assurda condanna a morte.
La notizia è stata diffusa dagli attivisti dell'Osservatorio siriano per i diritti umani.
Commenti