Masturbarsi fa bene alla salute e può prevenire una morte prematura. Lo dice la scienza



Non solo masturbarsi non fa diventare ciechi come sostengono i bigotti, ma può anche migliorare notevolmente la propria salute. A ribadirlo è uno studio pubblicato su European Urology e basato su un campione di ben 30mila persone che sono state seguite per quasi 20 anni. La conclusione a cui si è giunti è che la masturbazione non si limita ad alleviare lo stress, ma tra gli uomini che eiaculato più spesso si riscontra anche una più bassa incidenza del cancro alla prostata.
Non solo. Lo studio ha rilevato anche che masturbarsi molto quando si più giovane riduce i problemi di salute anche in età adulta. I ventenni che hanno eiaculato almeno 21 volte al mese hanno il 19% di possibilità in meno di vedere la formazione di un tumore alla prostata rispetto a chi non ha eiaculato più di sette volte al mese. Ed anche fra i quarantenni che si dedicano regolarmente all'autoerotismo hanno il 22% di probabilità in meno di ammalarsi di cancro alla prostata.
Secondo Jennifer Rider, autrice dello studio, gli uomini che hanno una bassissima attività sessuale e che eiaculano dalle 0 alle 3 volte al mese hanno una maggiore probabilità di assistere ad un peggioramento generale della propria salute e spesso muoiono prematuramente anche per cause diverse il cancro alla prostata.
I medici suggeriscono dunque che «l'eiaculazione e l'attività sessuale svolta per tutta l'età adulta potrebbe essere una strategia utile per ridurre il rischio di cancro alla prostata». Tra i casi esaminati, tale patologia è stata riscontrata in 1.041 uomini che eiaculavano tra le 4 e 7 volte al mese, mentre a soli 290 uomini eiaculavano almeno 21 volte al mese.
4 commenti