Onda pride, al via la stagione dell'orgoglio lgbt: ventuno le città mobilitate



Sono già ventuno le città che quest'anno hanno aderito all'Onda Pride, la grande manifestazione nazionale dell'orgoglio lgbti che da sabato 28 maggio fino al 19 agosto attraverserà il Paese.
Ad aprire il cartellone sarà Napoli, che già sabato 28 maggio scenderà nelle strade per il suo Mediterranean Pride of Naples (concentramento alle 15,30 a piazzale Tecchio, Fuorigrotta). A seguire arriveranno l'11 giugno i pride di Roma e di Pavia, poi il 18 giugno il Treviso Pride, il Toscana Pride, il Liguria Pride, il Palermo Pride, il Varese Pride; appuntamento il 25 giugno con il Milano Pride, il Caserta Campania Pride, il Bologna Pride, il Perugia Pride Village, il Sardegna Pride e il Lazio Pride; per il 2 luglio sono attesi il Catania Pride e il Puglia Pride mentre il 9 luglio sfilerà il Torino Pride. Infine, volata finale con il Siracusa Pride il 16 luglio, il Calabria Pride e il Rimini Summer Pride il 30 luglio e il Salento Pride il 19 agosto.
Le ventuno manifestazioni raccolgono il lavoro di una galassia ampia di associazioni, lgbti e non, e testimoniano un Paese attraversato dalla rivendicazione della piena uguaglianza delle persone lgbti. Ogni Pride è un momento unico per composizione, identità e modalità, che cambiano di territorio in territorio, arricchendosi e nutrendosi delle tante differenti caratteristiche del nostro Paese. L’Onda Pride nasce dalla volontà comune di mettere in rete le tante e diverse realtà dell’associazionismo lgbti per coinvolgere le istituzioni, i cittadini e le cittadine, amici e amiche, familiari e vicini di casa in un grande sforzo unitario per chiedere diritti, uguaglianza e visibilità per tutte le persone e tutte le famiglie, senza discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. Per chiedere un mondo in cui nessuno si debba sentire escluso o discriminato per il proprio modo di essere, di vivere e di amare.

Per veicolare il calendario dell'Onda Pride è stata realizzata un campagna dal titolo #EverybodyPride che lancia lo slogan "la diversitá ci rende uguali". Uno slogan incisivo che trasforma il concetto di differenza: per natura nulla può essere uguale, siamo tutti diversi e questo annulla ogni possibile discriminante a favore dell'assurdo concetto di normalità. La campagna è stata studiata dall'artista e stilista Angelo Cruciani , già ideatore dei flashmob dei Pride di Milano e Svegliatitalia. Le immagini sono invece del giovane regista e fotografo spagnolo Sergi Planas da un anno operativo in Italia.
Tutte le informazioni sulle 21 manifestazioni sono raccolte nel sito www.ondapride.it.

Immagini: [1] [2] [3]
3 commenti