Tra le vittime il figlio di Christine Leinonen. Le famiglie chiedono bare accostate per lui per il suo ragazzo



Christine Leinonen è la donna che abbiamo conosciuto per i sui strazianti appelli mentre cercava di avere notizie del figlio, tra i ragazzi rimasti all'interno del Pulse durante la carneficina di Orlando. Tra le lacrime, ha raccontato di averlo sentito poco prima sella sparatoria e di aver cercato di telefonargli una volta che la swat aveva concluso la sua irruzione nel locale, a non aveva ricevuto alcuna risposta.
Purtroppo suo figlio risulta nella lista delle vittime, insieme al fidanzato. Juan Ramon Guerrero (22 anni) e il suo ragazzo Christopher "Drew" Leinonen (32 anni) sono stati tra le 49 vittime.
I servizi funebri delle vittime devono ancora essere programmati, ma è il padre di Guerrero chiede a gran voce che le bare dei due ragazzi siano messe fianco a fianco. Tra le lacrime, il 61enne ha spiegato: «Credo che mio figlio voleva farlo. Non mi interessa quello che la gente pensa. Non mi interessa».
I due ragazzi avevano in programma di sposarsi un giorno e i genitori di Juan vogliono che il loro funerale sia di coppia. La madre di Leinonen, Christine Leinonen, non ha rilasciato commenti ma la famiglia Guerriero dice che l'idea sia stata sua.
2 commenti