Un padre si è rifiutato di ritirare la salma del figlio, vittima della strage di Orlando, perché gay



Tutte le salme delle vittime della strage di Orlando sono state riconsegnate alle loro famiglie, anche quella del killer. Ma anche in questo drammatico momento l'omofobia non ha smesso di mietere vittime.
Si è appreso che il padre di uno dei ragazzi uccisi nella strage si è rifiutato di ritirare la salma perché a causa dell'omicidio aveva scoperto che il figlio era gay e si vergognava di lui.
Dopo ripetuti rifiuti da parte del genitore, le autorità hanno dovuto consegnare la salma a dei lontani parenti che vivevano in zona, i quali si sono preoccupati di organizzargli una degna sepoltura. Si è comunque preferito non rendere noto il nome del defunto per salvaguardarlo da ulteriori persecuzioni. Si sa solo che era portoricano e la comunità portoricana è spesso conservatrice e fortemente anti-lgbt.
4 commenti